CittàComuneElezioni 2019

Palazzo San Giorgio, nella Giunta Gravina tecnici di centrosinistra. L’esperimento PD-M5S parte da Campobasso e Di Maio promette: “Vengo a Corpus Domini”

Per scegliere la squadra di Governo di Palazzo San Giorgio, il dialogo del neo eletto sindaco Cinque Stelle, Roberto Gravina, è aperto con tecnici riconducibili all’area del centrosinistra. Ad affermarlo è lo stesso primo cittadino, sugli schermi di Rai 3, nel corso della trasmissione Agorà, in collegamento diretto da Campobasso.

“Non entrerà in Giunta nessuno dell’attuale Consiglio comunale. Il dialogo è aperto con tecnici del mondo delle professioni che magari non ci hanno votato. Diciamo che potrei aver in Giunta persone che in passato hanno votato centrosinistra”, solo le parole di Gravina.

Innegabile, insomma, che l’esperimento PD-M5S parta proprio da Campobasso, unica città in cui i pentastellati si sono imposti e che ha meritato l’attenzione di Luigi Di Maio. Il vicepremier ha promesso: “Vengo a Corpus Domini”.

“Sono contento per il risultato ottenuto a Campobasso e faccio i complimenti al nuovo sindaco Roberto Gravina. Sono contento per lui, ma lo sono soprattutto per i campobassani perché la loro città ha bisogno di rinascere, come tante altre nel nostro Paese. Però, così come ho ribadito poco fa a Radio Cusano Campus, le città non sono dei trofei da esporre e invece stamattina ho visto che i partiti già si contavano i trofei. Il voto è espressione della nostra democrazia, non si festeggiano le vittorie, ma i risultati, le promesse che si riescono a mantenere. Anzi, una che ho fatto agli amici di Campobasso la voglio già onorare: ci vediamo domenica 23 giugno per la sfilata dei Misteri, sarà un onore!”, il post apparso sulla pagina Faecbook del vicepremier che però non ha mancato una riflessione più ampia sul momento che i pentastellati stanno vivendo a livello nazionale.

“Attenzione però: il MoVimento 5 Stelle – prosegue, infatti, Di Maio – non può illudersi che con una vittoria singola sia tutto a posto. Serve un’organizzazione in modo tale che ci siano ruoli, responsabilità, progetti e in quest’ottica continuano i lavori. Nei prossimi mesi voglio mettere a punto l’organizzazione con persone che possano rispondere alle esigenze degli italiani. Ma non ci fermiamo nemmeno per quel che riguarda le priorità di governo. È fondamentale mettere al centro i cittadini italiani, partendo dai giovani. Serve subito il salario minimo ed è necessario abbassare le tasse. E poi proseguiamo con la lotta ai privilegi partendo dal taglio dello stipendio dei parlamentari”.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close