Carola Pulvirenti

Dal 3 giugno confini riaperti. Dove e come andiamo in vacanza?

CAROLA PULVIRENTI

Spiagge immense ed assolate, spiagge già vissute, amate e poi perdute in questa azzurrità fra le conchiglie e il sale. Tanta la gente che ci ha già lasciato il cuore.

Destinazione – Da oggi si può viaggiare, lo dice il DPCM 17 maggio 2020, dunque quale spiaggia sceglieranno quest’anno gli italiani? Il decreto permette i viaggi in Europa, Gran Bretagna, Irlanda, Principato di Monaco, Andorra e Stati membri dell’accordo Schengen, tuttavia c’è un sito importante da visionare, prima di quelli trova-vacanze. E’ il planisfero della Johns Hopkins University a riportare l’andamento della diffusione del Coronavirus nel mondo, con aggiornamenti in tempo reale.

Una volta scelta la nostra destinazione, è possibile consultare la Scheda Paese sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Vi sono riportate tutte le informazioni riguardo la legislazione locale.

Mezzo di trasporto – Automobile. Probabilmente l’ auto è il mezzo più sicuro, per quanto riguarda la pandemia, ma solo se viaggiamo insieme alle persone con cui abbiamo convissuto durante la quarantena, se vogliamo evadere dalla routine e organizzare una vacanza con gli amici, sarà meglio scegliere un mezzo più spazioso e arieggiato perchè, durante un lungo viaggio in auto, la mascherina potrebbe non essere sufficiente a prevenire il contagio.

Nave – Il DPCM del 19 maggio ha sospeso i servizi di crociera da parte delle navi italiane e, se sbarchiamo in Italia da una nave estera, siamo obbligati all’isolamento per 14 giorni.

Aereo – Nonostante nella storia dell’uomo vi siano state altre pandemie, le attuali restrizioni di prevenzione sono una novità per tutti, comprese le compagnie aeree. Pertanto ognuna si sta organizzando come può e alcune non volano. Attualmente in Italia due compagnie si sono organizzate mettendo in atto apposite soluzioni di sicurezza e l’ Alitalia ha dedicato una pagina al tema.

In aeroporto viene misurata la temperatura corporea, chi ha la febbre non vola, previsti spazi adeguati anche in aeromobile per garantire la distanza di sicurezza durante tutte le operazioni. Gli aeromobili vengono sanificati e i condotti dell’aereazione hanno filtri che rendono l’aria pura, quasi sterile. E’ obbligatorio indossare una mascherina di protezione.

Treno. Il treno risulta essere un mezzo di trasporto sicuro ed ecologico. Trenitalia ha introdotto un nuovo criterio di prenotazione dei posti a bordo chegarantisce il rispetto delle distanze di sicurezza prescritte dalle Autorità sanitarie.

La gestione del rischio risulta comunque difficile in alcuni ambiti, pertanto è fondamentale il senso di responsabilità  dei viaggiatori, soprattutto quando si tratta di mangiare e recarsi alla toilette. Se non è possibile mantenere la distanza di sicurezza, è meglio evitare di mangiare in presenza di altre persone. Anche nei servizi igienici è obbligatorio indossare la mascherina e lasciarli puliti per il bene di tutti, perché sembra che il contagio possa avvenire anche lì.

E il bonus vacanza previsto dal Decreto? Probabilmente ci si registrerà a giugno e sarà fruibile da luglio, per vacanze in Italia. Sul sito della Protezione Civile è possibile consultare la mappa italiana riguardo l’andamento dell’epidemia.

Spiagge di cocco e di granite, di muscoli e bikini, di straniere e di bagnini. Quel disco nel juke box suona la tua canzone per la tua storia che nasce sotto l’ombrellone.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close