Cronaca

Giornata Mondiale contro l’Aids / In Molise, in media, dieci persone all’anno sono positive al virus dell’Hiv. Molti sono malati e non lo sanno

Aids

MARIA CRISTINA GIOVANNITTI

L’obiettivo è solo uno: zero malati di Aids, la malattia di immunodeficienza causata dalla patologia  contratta con il virus del Hiv. Insomma si rischia di essere sieropositivi senza saperlo, così come accade per il 20% di popolazionein Italia, poiché la malattia ha una lunga incubazione asintomatica e, con questa inconsapevolezza, si continua ad avere rapporti non protetti infettando altre persone. Fondamentale diventa quindi effettuare i test sulla sieropositività.

Motivo per cui l’unica àncora di salvezza è quella dell’uso del preservativo, veicolo che ostacola il contatto con sangue e sperma infetto. Vero è che è diminuito il numero di persone, tossicodipendenti, che si infettano con siringhe usate, cresce la trasmissione per via sessuale in rapporti eterosessuali e omosessuali. In occasione del World Aids Day, ovvero la Giornata Mondiale contro l’Aids  indetta oggi 1 dicembre, consideriamo il quadro clinico di questa patologia in Molise.

Secondo i dati recenti, in Molise in media contraggono l’Aids ben dieci persone all’anno. L’unica struttura che ha in cura persone risultate positive al virus del Hiv è il reparto di Malattie Infettive all’Ospedale ‘Cardarelli’ e che, secondo i dati del dossier ISS, Istituto Superiore di Sanità, dell’agosto 2013, ha una media di ben 58 pazienti sieropositivi. Raffrontando la situazione a livello nazionale, quella del Molise vede un quadro roseo risultando la regione con la più bassa percentuale di malati, pari allo 0.02%. Consideriamo però che i dati per il Molise non sono precisi visto che molte persone sieropositive preferiscono farsi curare in strutture fuori regione.

In ogni caso la media di 10 persone che si infettano ogni anno, per le dimensioni di una regione piccola come il Molise, è pur sempre un dato ‘serio’. Infatti per creare personale all’altezza di fronte a questi casi, il 25 novembre 2013 la Regione Molise, con delibera n.617, ha stanziato ben 113.010 euro alla AsremAzienda Sanitaria Regionale per il Molise – per finanziare il ‘Corso di formazione per la lotta all’Aids’ indirizzato proprio agli operatori del Reparto di Malattie Infettive del ‘Cardarelli’.

Secondo l’OMS un dato allarmante di persone infette si è raggiunta proprio lo scorso 2013: un aumento proporzionato ad una diminuzione delle campagne di prevenzione. Insomma meno se ne parla e più ci si ammala. L’unico elemento positivo è che di Aids si muore sempre meno.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close