Sport

Giornata dello Sport della Regione Molise, a Isernia la lezione dell’olimpionico Minguzzi

Ha preso il via dall’Auditorium Unità d’Italia di Isernia la VI Giornata dello Sport della Regione Molise. Promossa dall’assessorato guidato da Vincenzo Niro, oggi, nel capoluogo pentro e domani a Campobasso, la manifestazione dedicata la tema dell’inclusione, porterà in Molise nomi altisonanti del settore.

Ad incontrare i numerosi studenti è stato questa mattina, lunedì 18 marzo, Andrea Minguzzi, campione Olimpico Lotta a Pechino 2008 che ha voluto ricordare come lo sport dovrebbe essere obbligatorio al pari della scuola perché, ha detto, “crea l’uomo e la donna di domani”.

E proprio questo, in effetti, è stato uno degli obiettivi che ha guidato l’organizzazione della manifestazione, promossa in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e con il Coni.

“La positiva funzione dello sport – ha detto l’assessore Niro – non si limita al solo ambito agonistico e del benessere psicofisico, ma fornisce significative ricadute anche in ambito educativo e di prevenzione di alcuni drammatici rischi sociali che, come ben noto, interessano particolarmente le generazioni più giovani”. Un riferimento nemmeno tanto velato all’emergenza droga con cui la ventesima regione sembra dover far i conti e contro il cui fenomeno la Procura di Campobasso ha lanciato la campagna di comunicazione sociale “Il Molise senza sostanze stupefacenti”. Iniziativa più ampia per dire no all’utilizzo della droga, sposata in pieno proprio dai promotori della Giornata dello Sport che oggi ha visto la presenza del procuratore di Isernia, Carlo Fuccie che domani contemplerà quella di Nicola D’Angelo, procuratore capo di Campobasso.

Intanto domani, martedì 19 marzo, la giornata clou della Festa dello Sport che a Campobasso prenderà il via dalla mattina. Appuntamento alle 10.30 al Pala Unimol e alle 18,30all’ex Gil di via Milano. Proprio qui attesissimi i grandi nomi dello sport: dal campione del mondo di calcio, Aldair, al campione olimpico di nuoto, Massimiliano Rosolino, passando per Pino Maddaloni, numero uno del Judo, a Paolo Nicolai, per il beach volley. Presente anche Mara Santangelo, vincitrice della Federation Cup 2006 e del Roland Garros 2007.

Personalità del mondo dello sport che renderanno imperdibile l’incontro di domani pomeriggio che sarà trasmesso in diretta su Telemolise. Madrina della manifestazione la giornalista sportiva di Sky Marina Presello.

Tutto pronto poi anche per la novità del 2019 che riguarderà le attese le premiazioni. Quest’ultime non saranno più attribuite a ogni federazione sportiva e disciplina, ma sono state decise dal Comitato dello Sport lo scorso 22 febbraio.

12 saranno, infatti, le categorie insignite per l’edizione di quest’anno. “Una scelta – ha detto Niro durante la conferenza stampa di presentazione – che vuole andare ad alzare l’asticella della Giornata dello Sport, resa più avvincente rinunciando alla classica carrellata di riconoscimenti a cui si era abituati”.

L’intento è, tuttavia, quello di coinvolgere, nel corso della legislatura, tutte le federazioni sportive e tutte le discipline. 12 di quest’ultime, per l’edizione 2019, saranno, inoltre, protagoniste delle dimostrazioni che si terranno durante le due giornate dedicate allo sport.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close