Sociale

La prevenzione passa per l’App InForma: Talenti e Artisti Molisani e Cattolica insieme per il sistema che rende ogni utente un ‘supereroe’ della salute

La prevenzione è la prima arma fondamentale contro il cancro e le malattie cardiovascolari. Si va da una corretta alimentazione, ai controlli medici periodici, fino all’attività fisica. Le regole per stare bene, da oggi, diventano a portata di smartphone. Si chiama “InForma” ed è scaricabile gratuitamente per i sistemi Androide  e iOS.

L’App è stata promossa dall’associazione Talenti e Artisti Molisani in collaborazione con la Fondazione “Giovanni Paolo II” scelta come presidio ospedaliero di riferimento.

“Siamo onorati di aver avuto la possibilità di collaborare con un’istituzione sanitaria d’eccellenza: una realtà insostituibile nel panorama sanitario nazionale”, le parole del presidente dell’associaizone Michele Falcione. “Un ringraziamento – ha proseguito – a tutti coloro che si sono adoperati per la realizzazione del progetto: gli sponsor, gli attori amatoriali, i collaboratori dell’associazione, l’ingegnere informatico Michele D’Amico che ha realizzato l’App con grande dedizione e professionalità e tutti i professionisti della Fondazione con cui abbiamo collaborato”.

Il progetto è stato finanziato con l’incasso dello spettacolo La Dodda de Crestenella portato in scena dall’associazione Talenti e Artisti Molisani nel mese di maggio scorso al Liceo Calssico “Mario Pagano” di Campobasso. La commedia teatrale ha riscosso un grande successo in termini di presenze e di consensi.

“Crediamo molto nella prevenzione, anche per questo abbiamo accolto con interesse questo progetto, che si rivolge in modo particole ai giovani”, commenta Mario Zappia, direttore generale della Fondazione che ha poi ringraziato l’associazione “per aver ideato uno strumento davvero innovativo per promuovere la salute”.

Informatici, esperti della comunicazione hanno lavorato alacremente per realizzare questo progetto, confrontandosi spesso anche con medici e personale sanitario. E’ stato lo stesso autore, Michele D’Amico, ingegnere informatico esperto nella realizzazioni di questi dispositivi, a presentare l’App.

Il progetto sarà presentato anche ai ragazzi nelle scuole,  l’auspicio è che attraverso uno strumento a loro molto congeniale i giovani diventino sensibili ai temi dalla prevenzione.

Sulla base delle informazioni registrate sul profilo personale e delle attività registrate sull’app (alimentazione, attività fisica, richieste all’helpdesk prevenzione) viene calcolato sia lo stato emozionale dell’avatar che statistiche più generali sul proprio stato di salute. Settimanalmente, infatti, viene valutato il proprio punteggio salute, un indice che rappresenta complessivamente il livello raggiunto di “consapevolezza alla prevenzione”. Gli indicatori e i grafici relativi al proprio punteggio salute possono essere condivisi sui vari social direttamente dall’app, così che possa diventare anche uno strumento per “sfidare” amici e  compagni ed incentivare confronti costruttivi sulle buone abitudini di vita seguite da ognuno.

Come funziona l’App? Ogni utente ha un suo avatar che deve trasformare in un ‘supereroe’ della salute, inserendo nell’App informazioni circa i cibi che assume, lo sport che pratica e costruendo, insieme con il team, un’agenda personalizzata per la prevenzione.  Lo stato emozionale dell’avatar rappresenta lo stato di salute quotidiano dell’utente, se l’avatar si mostra sorridente e pieno di energia, allora l’apporto calorico degli alimenti e l’attività fisica seguita sono correttamente bilanciati e rispondono alle esigenze di uno stile di vita, specifico per l’utente, sano ed equilibrato. Viceversa, se l’avatar si mostra triste o irritabile, lo stile di vita seguito non risponde ai parametri consigliabili. Questo accade, ad esempio quando l’alimentazione non è corretta, oppure non si registra alcuna attività fisica. Coerentemente con lo stato emozionale dell’avatar viene presentato anche un messaggio indicativo che mostra la percentuale dello stato di salute.

Uno stile di vita sano si basa su tre principali parametri: corretta alimentazione, attività fisica e prevenzione. L’appinForma vuole essere lo strumento tramite il quale si può acquisire la consapevolezza necessaria a migliorare le proprie abitudini alimentari, a condurre una giusta attività fisica e ad apprendere le informazioni su prevenzione e ricerca in campo medico indispensabili per restare sempre in ottima salute.

Infine, l’App contiene anche un calendario della prevenzione è un calendario sul quale l’utente trova annotati tutti gli appuntamenti e gli eventi di interesse in base a ciò che la Fondazione organizza, ma anche in base a ciò che egli stesso ha richiesto all’helpdesk prevenzione.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close