Città

Grande Fratello a Campobasso: attive 120 telecamere per sorvegliare la città

Dopo il Patto di Sicurezza, sono state attivate, 24 ore su 24, ben 120 di 140 telecamere per un totale di 600 mila euro d’investimento

“La città è più sicura” questo il commento del sindaco Antonio Battista a seguito dell’attivazione di ben 120 telecamere, su un totale di 140 che da ieri, 8 aprile, sorveglieranno 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il centro della città, il centro storico e tutte le aree di accesso al capoluogo.

“Le telecamere sono state posizionate in luoghi specifici, al termine di studi e valutazioni condotte da Questura e Prefettura secondo una logica di indagine. C’è stata qualche difficoltà tecnica anche abbastanza complessa, come quella ad esempio che ci ha costretto a spostare un ripetitore dal castello Monforte a valle” conclude il primo cittadino dalla sede operativa di via Toscana.

Il progetto di video sorveglianza, che mette Campobasso sotto il controllo delle telecamere, nasce a seguito di un accordo stilato tra Ministero dell’Interno, Regione Molise e Comune di Campobasso. Il Patto di Sicurezza nazionale conta un investimento di 2,5 milioni di euro. Nel caso specifico di Campobasso è pari a 600 mila euro.

Non sono telecamere pensate per rilevare prettamente infrazioni al codice della strada, anche se l’operatore della sala operativa può passare le eventuali info a chi di dovere, ma per coprire tutta l’area cittadina e vigilare al meglio sul territorio – ha spiegato l’assessore alla Polizia municipale, Francesco De BernardoLa posizione strategica delle telecamere e anche gli angoli di visuale sono stati stabiliti a un tavolo tecnico con la Prefettura e questo consentirà grandi capillarità ed efficacia operative”.

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close