Città

Gli alunni della 4^ E del Quarto Circolo approfondiscono il mondo del giornalismo con i cronisti di CBlive e intervistano il direttore Giuseppe Formato

Piccoli giornalisti al lavoro
I piccoli giornalisti al lavoro

La nostra testata online è stata protagonista di un momento di studio e confronto con gli alunni della 4^ E del 4° Circolo Didattico di via Leopardi. I giornalisti del nostro quotidiano telematico hanno tenuto una lezione di giornalismo ai piccoli allievi, aiutando gli stessi scolari a scrivere un articolo.

I giornalisti ‘in erba’, apprese le principali tecniche di scrittura giornalistica, grazie al supporto del direttore responsabile Giuseppe Formato, del vice Fabiana Abbazia e della redattrice Mariacristina Giovannitti, hanno deciso di sottoporre il direttore di CBlive ad alcune domande, per scrivere un articolo-intervista.

Una volta presentato il compito alla maestra, la nostra redazione ha deciso di pubblicare l’articolo, elaborato e scritto dai giovani discenti:

MANUELA FILIPPONESTEFANO IANNACONEILARIA PASQUALEGIORGIA AGOSTINELLIMARIO MOFFALORENZO PICCIANO

Noi alunni della 4^ E del 4° Circolo Didattico stiamo studiando il mondo del giornalismo. La maestra di Italiano, Annalisa Ramacciato, ha portato in classe un giornalista della Rai, che si chiama Antonio Fatica. Ci ha spiegato come esercita un giornalista. Ci siamo appassionati a questo lavoro, così abbiamo deciso di intervistare il giornalista Giuseppe Formato, direttore di CBlive.

1) Giuseppe Formato, perché hai voluto fare il giornalista? “Ho deciso di fare il giornalista perché mi piace scrivere e raccontare alle persone quello che accade intorno a me”.

2) Perché ti piace fare il giornalista? “Mi appassiona questo lavoro perché, oltre a raccontare cosa succede, ho la possibilità di stare a contatto con molte persone”.

I ‘giornalisti in erba’ intervistano Giuseppe Formato
I ‘giornalisti in erba’ intervistano Giuseppe Formato

3) È più bello scrivere gli articoli di politica, sport, cronaca nera, cronaca rosa, cronaca giudiziaria? “Dipende dagli interessi di ogni giornalista. A me piace occuparmi di politica e di sport”.

4) Il lavoro del giornalista è faticoso? “Abbastanza. Scrivere una notizia non è così semplice come si può credere. Bisogna stare attenti a rispettare tante regole e a scriverla in maniera semplice, utilizzando un linguaggio che possono capire tutti”.

5) Come si svolge il lavoro del giornalista? “Il lavoro del giornalista prevede varie fasi. Occorre trovare la notizia, svilupparla e scrivere un articolo che riporta il fatto, con l’aggiunta di tutti i particolari che si riescono a trovare. L’articolo va poi impaginato, va titolato e, nell’ultima fase, va stampato con tutto il giornale”.

6) È difficile scrivere un articolo? “Occorre sempre verificare che la notizia sia vera, informandosi da fonti certe. In caso di articolo di cronaca nera, le fonti sono quelle dei Carabinieri e della Polizia. La difficoltà sta nel rendere la notizia chiara e dettagliata”.

Il giornalista Giuseppe Formato dà i consigli per scrivere un articolo e viene intervistato dagli alunni della 4^ E
Il giornalista Giuseppe Formato dà i consigli per scrivere un articolo e viene intervistato dagli alunni della 4^ E

7)  Come scegli le notizie della prima pagina e le notizie delle altre pagine? “Prima di mandare il giornale in stampa, il direttore, insieme al caporedattore e agli altri giornalisti, decide quali sono le notizie più importanti del giorno. Si decide l’articolo principale, l’articolo di fondo e gli articoli di spalla della prima pagina e, poi, quelli delle altre pagine”.

8) Quante sono le fonti? “Le fonti sono primarie e secondarie. Le fonti primarie sono quelle che trova il giornalista, le fonti secondarie sono quelle dei Carabinieri e della Polizia”

9) Cosa succede quando si scrive una notizia falsa? “Il giornalista che scrive una notizia falsa può essere denunciato e condannato a una multa o, nei casi più gravi, anche al carcere”.

10)  È bello scrivere una notizia di cronaca nera? “Non è tanto bello perché ci si trova di fronte alla morte delle persone”.

11)  Come si realizza un giornale? “Ogni giornalista scrive le notizie di sua competenza e sceglie le foto. Il grafico impagina gli articoli e le fotografie, alla fine della giornata invia le pagine alla stampa. Di notte il giornale viene consegnato in edicola”.

12)  Quanti e quali organi di informazione esistono? “Gli organi di informazione sono: i telegiornali, i quotidiani, i periodici, i giornali radio e i quotidiani online”.

13)  Quali sono le differenze tra un giornale cartaceo e un giornale online? “Il giornale cartaceo va in stampa, il giornale online è più immediato e la notizia deve essere sempre quella più nuova”.

14)  Quando è nato il primo quotidiano in Italia? “Il primo quotidiano nato in Italia è stato “La Gazzetta del Popolo” di Torino, fondato nel 1848”.

15)  Ci sono leggi che regolano il lavoro dei giornalisti? “Ci sono tante leggi. Le principali sono gli articoli della Costituzione e la Legge sull’Ordinamento dei Giornalisti”.

16)  Quali sono gli argomenti più letti su un giornale? “Gli articoli di cronaca, poi quelli di sport, la politica e, infine, la cultura”.

17)  Quando è nato CBlive? “CBlive è stato fondato l’8 maggio 2014”.

18)  Quante persone lavorano a CBlive? “Su CBlive scrivono tre redattori, Giuseppe, Fabiana e Mariacristina, e tre collaboratori”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close