Il concorso di idee ex Roxy e Romagnoli: le riflessioni degli ordini e dei collegi professionali

incendio roxyLa sospensione da parte della Regione del bando “Concorso di idee per la ristrutturazione e riqualificazione del complesso dell’ex hotel Roxy e per la costruzione di un nuovo complesso architettonico nell’area dell’ex campo Romagnoli in Campobasso, da destinare ad uffici della Regione Molise e servizi comuni” è occasione per gli Ordini ed i Collegi professionali di ripercorrere l’iter per chiarire  la posizione assunta e per confermare la disponibilità a collaborare con le istituzioni.

 “Gli Ordini ed i Collegi Professionali rappresentanti le categorie tecniche, in un momento di buio assoluto, dove la carenza di lavoro non consente distrazioni di alcun tipo, sono concentrati ad operare solo ed esclusivamente per il bene comune. Eventuali riconoscimenti utilizzati con finalità che esulano dal compito istituzionale demandato alle strutture ordinistiche e collegiali poco interessano alle stesse,  in quanto rischiano soltanto di vanificare l’incessante e volontaristico lavoro che quotidianamente esse svolgono, in rappresentanza di professionisti e di una realtà regionale che ha bisogno, come l’intera nazione, prima ancora che di altro, di correttezza etica e morale.

Andando ai fatti: la Regione Molise ha pubblicato l’ormai noto bando relativo al concorso di idee che interessa l’area dell’ex campo Romagnoli. Le vigenti norme consentono agli enti pubblici di procedere in piena autonomia, e quindi senza il coinvolgimento degli Ordini Professionali, seppur ritenuto dagli stessi opportuno, nell’attivazione di qualunque procedura concorsuale. Essendo, i concorsi, come quello della regione Molise rivolti  ad architetti ed Ingegneri, è consuetudine che gli Ordini, rappresentanti le due figure professionali, valutino la regolarità dei bandi a garanzia dei  propri iscritti che sono invitati a partecipare.

Questo è quanto accaduto anche con il concorso d’idee bandito dalla Regione Molise. Ravvisate alcune criticità, gli Ordini hanno  formulato delle osservazioni che  sono state inviate ai rispettivi Consigli Nazionali per i pareri di competenza. Dette osservazioni ritenute ammissibili dai sopra citati Consigli Nazionali, avrebbero comportato, su richiesta degli Ordini provinciali e Collegi, un intervento di diffida nei confronti della Regione Molise  con richiesta d’intervento da parte dell’autorità di Vigilanza.

Prima che ciò avvenisse, su invito del Presidente Frattura si è tenuto un incontro, presso la sede della giunta regionale, tra lo stesso Presidente Frattura, la propria struttura tecnica ed i Presidenti degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Campobasso, Puchetti ed Oriente, il Presidente dell’Ordine dei Geologi regionale, Angelone ed il Presidente del Collegio dei Geometri di Campobasso, D’Angelo.

Evidenziati i motivi, di natura esclusivamente amministrativa, per i quali si richiedeva di sospendere i termini del bando per procedere alla modifica e integrazione dello stesso e, registrata la disponibilità del Presidente Frattura, confermata, così come concordato,  dall’Avviso di Sospensione dei termini di presentazione delle proposte, pubblicato sul sito della Regione Molise del 18.06.2014,  gli Ordini e Collegi, con le proprie rappresentanze presenti all’incontro, si sono resi disponibili a collaborare, con la struttura regionale, per la rimodulazione del nuovo bando in ragione delle rispettive competenze e responsabilità”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close