Città

La giornata nazionale del camminare ha popolato il centro di Campobasso e la zona murattiana: cultura, salute e ambiente gli ingredienti di una calda domenica d’ottobre

La Chiesa di San Giorgio, patrono di Campobasso
La Chiesa di San Giorgio, patrono di Campobasso

GIUSEPPE FORMATO

La giornata nazionale del camminare si è chiusa a Campobasso con un grande successo di partecipanti, anche complice la giornata estiva di domenica 12 ottobre 2014, alle tre manifestazioni organizzate nel capoluogo molisano in occasione dell’evento.

I campobassani non si sono tirati indietro nel popolare il centro cittadino e quello storico e molto partecipate sono state ‘Il Giro delle 12 Chiese’, curato dall’Associazione ‘Centro Storico’; il primo itinerario della salute, promosso da ‘Campobasso Insieme’ e ‘Liberi di Essere’; e ‘I Giganti Verdi della Città’, una passeggiata alla scoperta del patrimonio arboreo cittadino con l’organizzazione di ‘Fare Verde’.

Centinaia di persone, sin dalle 9, si sono ritrovate nei luoghi di partenza, vivendo una città in maniera differente rispetto alla normale routine quotidiana.

Guide esperte e animate da tanta buona volontà hanno reso edotti i partecipanti sulla storia di Campobasso, dal punto di vista storico, artistico, turistico e del patrimonio arboreo di quella che una volta era la famosa ‘città giardino’.

La possibilità di vivere una giornata anche all’insegna della salute, così come era nel messaggio lanciato da ‘Campobasso Insieme’ e ‘Liberi di Essere’: camminare fa bene e il dottore Marco Tagliaferri è, in città, colui che promuove con maggiore forza la cultura della passeggiata per il benessere fisico.

La Chiesa di San Bartolomeo
La Chiesa di San Bartolomeo

‘Il Giro delle 12 Chiese’ si ripete da 12 anni e le guide dell’Associazione ‘Centro Storico’, Antonio Vinciguerra, Andrea Damiano, Paolo Morettini (il presidente), Dina Cardellicchio e Valeria Viola, hanno permesso a coloro che hanno preso parte all’iniziativa di conoscere la storia delle Chiese tutt’ora esistenti nel centro murattiano e di quelle delle quali vediamo solo i resti: una città, che come vuole la tradizione cristiana soprattutto in Italia, ha visto la costruzione e la distruzione di diversi luoghi di culto.

La storia delle sei Chiese ancora esistenti (Santa Maria della Croce, Sant’Antonio Abate, San Bartolomeo, San Giorgio, il Santuario di Maria Santissima Incoronata del Monto e San Leonardo), e quelle delle sei di cui restano solo ricordi, seppur visibili (San Maria Maddalena in via Ferrari, San Nicola, San Mercurio, Sant’Angelo, San Paolo e Santa Cristina) hanno svelato una città che offre tanto in tema di cultura storica, culturale e, soprattutto, di attrattività turistica che, forse, Campobasso non sa di possedere.

I partecipanti al primo itinerario della salute: sullo sfondo coloro che si sono cimentati nel 'Nordic Walking'
I partecipanti al primo itinerario della salute: sullo sfondo coloro che si sono cimentati nel ‘Nordic Walking’

Anche il primo itinerario della salute ha permesso di riscoprire la storia delle origini di Campobasso e del centro murattiano: un patrimonio che ogni cittadino dovrebbe custodire gelosamente. Questa è stata occasione per mettersi alla prova anche con il ‘Nordic Walking’, la cosiddetta ‘camminata con i bastoni’, una vera e propria attività fisica e sportiva. Rispetto alla normale camminata, infatti, questa richiede l’applicazione di una forza ai bastoni a ogni passo, con l’uso dell’intero corpo e il coinvolgimento dei vari gruppi muscolari, assente nella normale camminata.

Altro momento che ha riscosso un gran successo è stato l’evento di ‘Fare Verde’, ‘I Giganti Verdi della Città’, una passeggiata per riscoprire il patrimonio arboreo cittadino: anche in questo caso, le guide si sono preoccupate di spiegare la storia degli alberi storici di Campobasso.

Una passeggiata culturale, ma anche un modo per sensibilizzare la cittadinanza alla materia ambientale.

Campobasso pretende di vivere e i campobassani vogliono viverla, attendendo con ansia l’organizzazione di eventi che

‘I Giganti Verdi della Città’: lo studio degli alberi del giardino del Convitto Nazionale Mario Pagano
‘I Giganti Verdi della Città’: lo studio degli alberi del giardino del Convitto Nazionale Mario Pagano

promuovono la socialità cittadina: la dimostrazione è stata la grande ed entusiastica partecipazione alla giornata nazionale del camminare.

La galleria fotografica

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close