Cronaca

Gli aprono l’auto, gli rubano il telefono e poi lo ricattano. In tre finiscono nei guai: c’è anche il titolare di un negozio per parrucchiere

Prima gli aprono l‘auto in pieno centro a Campobasso per rubargli il telefono e poi lo ricattano.Se rivuoi il tuo smartphone devi pagare”: questo si è sentito dire l’uomo che ha deciso di collaborare con la Polizia per acciuffare i tre malviventi, poi denunciati per tentata estorsione in concorso e ricettazione. Si tratta di un 44enne, un giovane di 22 anni e un 48enne finiti nel tranello delle forze dell’ordine.

Dopo aver ricevuto alcune telefonate, la vittima si è rivolta alla Polizia e, in accordo con gli agenti, ha accettato l’incontro con i malfattori all’interno di un negozio di parrucchiere. Ed è proprio qui che si è presentata la Polizia. Sul posto gli agenti hanno perquisito il 44enne (G.A), trovandogli addosso più di 6 grammi di eroina, suddivisi in sette involucri.

Il malvivente, in un primo momento è riuscito a scappare, ma è stato rintracciato subito dopo.

Gli agenti hanno, inoltre, perquisito il negozio da parrucchiere ritrovando sia il telefono rubato alla vittima, sia altri cellulari e scatole vuote, nonché un computer. Tutto materiale che ha fatto scattare anche per il 48enne titolare del negozio (E.N) la denuncia per ricettazione.

Le successive indagini della Polizia hanno poi permesso di rintracciare anche il terzo complice, il 22enne (L. J), anch’egli denunciato.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close