CB e dintorniVideo

Vinitaly, anche il Molise punta ad “aggredire il mercato”. Cavaliere: “La ventesima regione guarda a Bangkok”

Stati Uniti e Asia sono i due Paesi particolarmente interessati al mercato vitivinicolo molisano in ascesa. Per l’assessore all’Agricoltura della Regione Molise, Nicola Cavaliere, il segreto è quello di non cullarsi sugli allori, ma “aggredire il mercato”. Una proposizione valida sia a livello nazionale che a livello locale.

Insomma, nonostante i dati indichino come il mondo del vino stia mettendo in pratica tutto il potenziale per essere volano dell’economia, bisogna fare di più. Invito questo, che arriva proprio dal Ministero delle Politiche Agricole e che, la ventesima regione, sta cercando di fare proprio.

“Possiamo dire – ha detto Cavaliere – come il mondo vitivinicolo rappresenti una nicchia in crescita del più ampio comparto agricolo che sta, invece, risentendo di una crisi generale. Tuttavia, a livello internazionale ci sono numerosi Paesi che, rispetto all’Italia, stanno recuperando più in fretta, anche per quanto riguarda il settore vitivinicolo. Quindi – ha affermato l’assessore – anche l’invito del Ministero, resta quello di aggredire il territorio. Non solo quello europeo ma anche quello asiatico e sud americano”.

“Proprio in relazione a ciò – ha specificato – abbiamo anticipato i tempi. La Regione Molise si è, infatti, inserita in un evento a Bangkok, dove a settembre abbiamo deciso di essere presenti”.

Intanto, al Vinitaly, nell’area espositiva dedicata al Molise, sono state ospitate proprio le delegazioni provenienti da Stati Uniti e Asia. A loro i tecnici dell’Arsarp, insieme ai sommelier, hanno raccontato, attraverso incontri e degustazioni, la realtà vitivinicola regionale, il legame con il territorio e le tradizioni, le produzioni di nicchia, con un focus sulla Tintilia.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close