CittàComune

A Campobasso nessuna ordinanza per i botti di fine anno. Il sindaco chiarisce: “Il divieto già previsto nei regolamenti”

“A Campobasso non servono ordinanze per vietare i botti di Capodanno”. Attraverso un video il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha chiarito ogni perplessità riguardo al ritardo nell’emissione della classica ordinanza che vieta lo scoppio di botti e petardi, molto pericolosi per persone ed animali.

“L’ordinanza sarà emessa esclusivamente in occasione del concerto di fine anno – le parole del primo cittadino – nel quale si esibirà il musicista Antonio Sorgentone. In quel caso, nell’area dell’evento, verrà vietato l’utilizzo di materiale esplodente (botti) e di materiali che possono arrecare danno a persone, come bottiglie in vetro”.

Gravina, poi, ha invitato i cittadini a divertirsi con senso di responsabilità, senza spendere soldi per l’acquisto di fuochi pirotecnici pericolosi.

Con una nota, inoltre, da Palazzo San Giorgio affermano, infatti, che: “La materia dei giochi pirici è regolamentata da normative europee e poi ministeriali, e che non si tratta di materia “contingibile e urgente, per cui per punire chi disturba la quiete pubblica o mette in pericolo bambini e anziani, sarebbero sufficienti i regolamenti di polizia urbana, e quello di Campobasso prevede gia il divieto di utilizzo di artifici pirotecnici (botti); in particolare, per quanto riguarda la tutela degli animali, è vietato dalle 20.00 del 31 dicembre, alle 07.00 del 1° gennaio.

Dunque, la normativa è di fatto già in vigore nel territorio comunale di Campobasso prevedono limitazioni all’utilizzo di materiale esplodente anche quello di libera vendita, tutelando la pubblica incolumità di cittadini e animali. Come ogni anno, resta da chiedersi se basterà a dissuadere la cittadinanza.

p.g.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close