Città

Campobasso, al via la settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Temi principali: ridurre lo spreco del cibo e l’educazione alimentare

ramundo
Stefano Ramundo, consigliere comunale

La regola delle tre R in questo periodo di ‘take away’ e cibo spazzatura, conseguenze dell’era moderna, è quella del ‘ridurre’, ‘riusare’, ‘riciclare’. Questa è alla base della SERR, ovvero la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che prende il via oggi, sabato 22 novembre 2014. Ad aderire alla campagna alimentare di stampo europeo, anche il Comune di Campobasso che inserisce l’iniziativa all’interno del Programma Life+ della Commissione Europea.

È il consigliere comunale Stefano Ramundo, incaricato dall’Amministrazione alla realizzazione del sistema di raccolta differenziata, a spiegare lo scopo principale per cui è importante aderire al SERR: “L’obiettivo primario è quello di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire”. In particolare in questa settimana la concentrazione massima sarà soprattutto sulla riduzione dello spreco di cibo e sulla Smart Food, quella campagna di educazione alimentare. Bisogna cambiare la visione dei rifiuti: risolvere il problema non è solo pensare a come smaltirli ma soprattutto pensare a come ridurne la produzione in eccesso. In questo modo, meno cibo in sovrabbondanza e meno spazzatura.

Inoltre l’educazione alimentare è un tema fulcro che, oltre a prevenire molte malattie cominciando proprio mentre si è seduti a tavola, insegna a tutti, dai giovanissimi scolari alle fasce più deboli della Città; dagli enti pubblici alle associazioni ambientaliste; dai grandi imprenditori ai cittadini, acquirenti, che quotidianamente scelgono i loro prodotti alimentari soprattutto a ridurre lo spreco di cibo. Sul progetto Smart Food il consigliere Ramundo esprime grande soddisfazione per tutte le scuole e le associazioni di Campobasso che hanno condiviso immediatamente il progetto del SERR, ovvero Istituto Comprensivo Colozza, Istituto Comprensivo D’Ovidio, Istituto Comprensivo Jovine e Istituto Comprensivo Montini; le associazioni che quotidianamente sono coinvolte nella promozione della ecosostenibilità (Fare Verde e Legambiente); della Caritas, diretta da don Franco d’Onofrio, e de La Molisana che ha aderito con particolare entusiasmo all’iniziativa. “E’ a loro che va il più sincero ringraziamento, alla SEA che ha coadiuvato l’amministrazione nella preparazione e nella organizzazione delle tappe che completeranno questo evento, e poi a tutti coloro che nei prossimi giorni animeranno le singole attività proposte già da domani, domenica 23 novembre, in Piazza Vittorio Emanuele II con l’Associazione Fare Verdequesto il ringraziamento espresso dal consigliere Stefano Ramundo.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close