Città

Ex Romagnoli, il Movimento 5 Stelle chiede un Consiglio comunale monotematico. “Il sindaco ci faccia capire da che parte sta”

20140717_172042FABIANA ABBAZIA

La richiesta per un Consiglio comunale monotematico sulla questione dell’ex Romagnoli è già stata depositata dagli esponenti del Movimento 5 Stelle di Palazzo San Giorgio che, hanno convocato la stampa nella curva sud dell’ex stadio per ribadire la posizione già manifestata ieri sul blog pentastellato.

Dopo aver rilanciato l’idea già espressa dal Circolo Sel di Campobasso, ovvero di indire un referendum popolare per conoscere la reale volontà dei cittadini, i consiglieri comunali Simone Cretella e Luca Praitano unitamente al consigliere regionale Antonio Federico hanno sottolineato ancora una volta di essere in attesa di conoscere le reali intenzioni della nuova amministrazione comunale.

“I proclami del sindaco Battista – ha chiosato Cretella – circa una modesta cubatura da affiancare alla struttura dove è ora presente l’ex Roxy sono stati presto disattesi dalle parole di Frattura che ha parlato di un carico urbanistico pari a 13mila metri quadri”.

I pentastellati si sono detti inoltre preoccupati anche su quelle che il numero uno del Molise ha definito “disponibilità residue da destinare a spazi verdi e alle ricuciture per migliorare la qualità della funzione urbana”. “Da ciò che ha affermato Frattura – ha detto Praitano – l’area verde sarebbe inglobata nel cemento, mentre si prospetta la realizzazione di una grande rotonda che collegherà via Herculanea alla zona di via Monsignor Bologna”.

Dato che per i grillini il progetto della nuova sede della Regione Molise “stravolgerà in maniera irreversibile l’assetto urbanistico dell’intero centro cittadino” non solo è giusto che sulla questioni si avvii una “trattativa” tra il sindaco e il governatore, ma è soprattutto necessario sia che il Consiglio comunale possa tornare ad avere un ruolo sovrano in materia urbanistica sia che i cittadini siano chiamati a dire la loro.

“Vorremmo sapere in che modo Frattura vorrà attuare la concertazione di cui ha parlato in relazione al Concorso di Idee” – hanno tuonato in ultimo gli esponenti del Movimento 5 Stelle augurandosi che il progetto della nuova sede della Regione possa tener conto delle reali esigenze di personale dell’ente, sceso da 700 a 500 unità.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close