Città

Street Art a Campobasso. L’opera di via Marche guadagna il settimo posto nella classifica mondiale

Un murale politico ad opera dell’artista Antonello Macs e inserito nel progetto ‘Draw the line’ domina in via Marche a Campobasso ed è incoronato al settimo posto tra le opere di street art più belle al mondo

Non è stata solo un’opera di riqualifica ma un vero capolavoro artistico, quello compiuto nel 2017 dall’artista di Lanciano, Antonello Macs, all’anagrafe Antonello Piccinino, che campeggia in via Marche a Campobasso. Un plauso va fatto anche al progetto ‘Draw the line’ che ha portato in città artisti di grande calibro mondiale e, ad oggi, ha permesso di custodire opere di bellezza e valore mondiale. Sulla base di questi presupposti, nella classifica stilata da WideWalls, ‘It’s not game’ viene incoronata al settimo posto tra le opere di street art più belle al mondo.

La valutazione è avvenuta su ben 55 opere mondiali e il lavoro di satira artistica di Macs è entrato nella rosa dei primi dieci. Il murale rappresenta quattro protagonisti politici mondiali: Vladimir Putin, Donald Trump, Kin Jong ed un militante Isis che, seduti ad un tavolino, giocano a carte, ridono, accordandosi alle spalle del mondo intero. Una chiave umoristica per raccontare una triste realtà politica.

Uno schiaffo morale a chi aveva definito le facce dei protagonisti ‘irritanti e fastidiose’, in barba alla street art, ed aveva scritto una lettera di indignazione al sindaco Antonio Battista chiedendone la rimozione. Ed invece, grazie al lustro di questo capolavoro, alla crew della Draw the Line e al genio del writer Macs, via Marche entra nell’aurea mondiale delle migliori opere.

Maria Cristina Giovannitti

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close