Cronaca

Appalti pubblici truccati: 144 indagati e 23 Comuni molisani coinvolti. La maxi inchiesta delle Fiamme Gialle fa tremare imprenditori, amministratori e funzionari

guardia di finanza47 appalti pubblici truccati per un importo di 27milioni e un danno erariale pari a 5 milioni di euro. Questi i numeri della maxi inchiesta della Guardia di Finanza di Isernia che in Molise riguarderebbe 144 indagati e ben 23 amministrazioni comunali, sia della provincia di Isernia che di quella di Campobasso. Associazione per delinquere, corruzione, turbata libertà degli incanti, truffa aggravata e falsità ideologica i reati ipotizzati dagli inquirenti.

Imprese private costituite in una sorta di ‘cartello’ riuscivano ad aggiudicarsi importanti finanziamenti pubblici. Un sistema di appalti pilotati che sarebbe stato diretto dall’imprenditore Claudio Favellato e da Lenio Petrocelli, responsabile dell’Ufficio Gestione fondi strutturali della Regione e sindaco di Acquaviva di Isernia.

Le ingenti opere pubbliche finanziate con i fondi Cipe, venivano così date in appalto dagli amministratori coinvolti nell’inchiesta a una serie di imprese riconducibili al gruppo guidato da Favellato.

Il sistema interessava ovviamente anche pezzi grossi della capitale. La ’chiave’ utilizzata da Favellato per i rapporti a Roma, secondo la ricostruzione fatta dalla Finanza, sarebbe stato l’ex senatore ed europarlamentare calabrese dell’Udc, Gino Trematerra. C’era poi un ulteriore canale: un manager in quota a un importante partito politico.

La procedura negoziata prevista dallo ‘Sblocca Italia’ avveniva, inoltre, anche per gli appalti fino a 5 milioni di euro e proprio questa procedura, utilizzata in maniera “smodata” consentiva di eliminare al concorrenza, permettendo alle imprese del ‘cartello’ di ottenere l’appalto senza alcuna concorrenza.

Numerose le perquisizioni, i sequestri e l’acquisizioni di documenti da parte delle Fiamme Gialle. Documenti in mano agli inquirenti per i quali tremano ora numerosi amministratori comunali della piccola regione.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close