News dal Molise

Calcio a 5 serie B, il Cln Cus Molise cede di misura al Chieti. Per l’accesso alla finale dei playoff decisiva la gara del PalaUnimol

CITTÀ DI CHIETI – CLN CUS MOLISE 3-2 (2-0 pt)

Città di Chieti: L. Cornacchia, Di Pietro, Dambrosio, Cardinale, Commi, Correia, Canale, Santacroce, Magalhanes, De Lisa, Pica, De Luca. All. Valente.

Cln Cus Molise: Madonna, Di Stefano, Campanella, Cioccia, P. Silvaroli, Verlengia, Marro, Everton, Ferrante, Petrella, Barichello, Roman. All. Sanginario.

Arbitri: Schirone e Doronzo di Barletta. Crono: Marchetti di Lanciano.

Marcatori: 16′ Ciommi (Chieti), 17′ D’Elisa (Chieti), 26′ Barichello (Cln), Cardinale (Chieti), Barichello (Cln).

Note: ammoniti 7′ Cioccia (Cln), 16′ Vinicius (Chieti), 24′ Cornacchia (Chieti), 34′ Dambrosio (Chieti), 39′ Correia (Chieti). Espulsi Vinicius, Correia e i due allenatori Valente e Sanginario.

Tutto ancora da decidere per l’accesso alla finale play off che vale la serie A2 tra Chieti e Cln Cus Molise,  dopo i primi 40′ di gioco in terra abruzzese. Infatti il risultato finale di 3 a 2 per i padroni di casa appare tutt’altro che inattacabile tra sette giorni dai molisani che potranno sfruttare il fattore campo a proprio favore.

Inizio gara caratterizzato da un grande equilibrio in campo fino al 3′ minuto di gioco, quando, il primo grattacapo dell’incontro lo crea Cioccia a Cornacchia con un tiro dalla lunga distanza che l’estremo difensore chietino deve distendersi completamente per riuscire a deviare in angolo. Subito dopo è Barichello che con uno slalom ubriacante sulla fascia serve a Ferrante un pallone a porta sguarnita sul quale il “puntero” molisano d’adozione non riesce ad arrivare per questione di centimetri.

Per rivedere una nuova azione pericolosa bisogna attendere fino al 9′ quando è Vinicius per il Chieti a involarsi verso la porta difesa da Roman ma senza concretizzare. La prima metà del primo tempo passa così senza particolari brividi per le difese e per il pubblico accorso nel palazzetto teatino.

Al 12′ è ancora Ferrante a rendersi pericoloso nell’area avversaria, riuscendo a sfruttare un lancio lungo di Roman, ma il suo controllo e tiro finisce di poco a lato.

I Sanginario boys mostrano grande lucidità e applicazione nella lettura della partita e smorzano sempre sul nascere le azioni d’attacco avversarie.

Al 16′ Vinicius è costretto a un fallo che gli costa l’ammonizione per fermare Barichello che lo aveva raggirato con una giocata delle sue e stava per involarsi in solitaria verso Cornacchia e un minuto dopo è ancora Barichello con un tiro di punta a incrociare che sfiora il goal. Nel momento migliore dei campobassani arriva, su azione di rimessa il goal del Chieti con Ciommi, che da due passi spinge in rete una palla sporca arrivata in area dalla fascia sinistra. Al 17′ con un tiro dalla lunga distanza, il Chieti raddoppia grazie a D’Elisa, trasformando radicalmente lo scenario della partita in un primo tempo che si conclude con il doppio vantaggio abruzzese.

Alla ripresa delle ostilità è Barichello a vedersi ribattuto un tiro sulla linea di porta da un difensore neroverde e al 22′ Ferrante triangola con Cioccia, il biondo numero dieci molisano dal piede morbido, si ritrova da solo davanti al portiere ma angola troppo la conclusione che finisce sul fondo. Al 23′ nuovamente Ferrante trova il muro di Cornacchia dopo essersi liberato bene a centro area. Al 24′ Barichello lanciato da Roman supera anche il portiere al limite dell’area e Cornachia è costretto a fermarlo con le brutte rimediando un’ammonizione. Al 25′ angolo di Cioccia, tiro di prima intenzione di capitan Di Stefano e incrocio dei pali colto in pieno. Al 26′ Barichello si mette in proprio, lascia sul posto Correia e tira a incrociare da fuori area. La rete si gonfia, 2 a 1 e gara riaperta. Al 29′ però il Chieti allunga di nuovo: tiro da fuori area di D’Elisa sporcato davanti a Roman da Cardinale che porta così i suoi in vantaggio per 3 a 1. Al 31′ azione insistita di Everton, palla che giunge a Di Stefano il quale non ci pensa due volte e scaglia un fendente che passa di poco accanto al palo alla sinistra di Cornacchia. Al 33′ Vinicius viene espulso dopo l’ennesimo fallo e al 34′ anche Di Pietro finisce sul taccuino degli arbitri per uno dei tanti falli commessi a ripetizione su Barichello. Al 35′ però per i teatini non c’è modo di fermare Barichello messo nelle condizioni di far male da un assist millimetrico di Cioccia e il Cln Cus Molise riaccorcia le distanze.

Al 38′ Cioccia recupera palla di testa e serve Barichello, fendente dalla distanza del brasiliano e miracolo di Cornacchia, migliore in campo tra gli abruzzesi. Una manciata di secondi dopo ancora Barichello, a tu per tu, con Cornacchia prova il pallonetto che finisce di un niente sopra la traversa. A 30″ dalla Barichello viene fermato in modo scorretto da Correia che viene espulso. Si conclude così tra molti rimpianti per il Cln Cus Molise una semifinale d’andata che lascia totalmente aperti i giochi per la qualificazione alla finale che le due squadre si contenderanno sabato 18 maggio, alle ore 16, al PalaUnimol di Campobasso.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close