Coldiretti Molise: a Termoli la kermesse dei giovani imprenditori

Inaugurazione campagna amica termoliLe imprese agricole di giovani molisani selezionate attraverso il concorso ‘Oscar Green’ di Coldiretti, un focus suL PSR 2014/2020, la tipicità dei prodotti agroalimentari a chilometro zero presso gli stand di Campagna Amica, un intero vitello cotto su un mega-spiedo, i momenti più significativi della speciale kermesse dei giovani imprenditori della Coldiretti Molise svoltasi a Termoli.

Secondo la Coldiretti “il sodalizio giovani e agricoltura si rafforza sempre più in Italia, dove si è registrato un aumento record del 12 % delle nuove iscrizioni agli istituti agrari. Il ritorno dei giovani all’agricoltura non significa solo occupazione, ma anche maggiore dinamicità ed efficienza in un settore strategico per il rilancio dell’economia. Non è un caso – osserva Coldiretti Molise –  che circa il 70 per cento delle aziende agricole giovani opera in attività innovative e multifunzionali: dall’agriturismo alle fattorie sociali e didattiche, dalla vendita diretta dei prodotti tipici e del vino alla trasformazione aziendale del latte in formaggio, dell’uva in vino, delle olive in olio, ma anche produzione in azienda agricola di pane, birra, salumi, gelati e addirittura cosmetici. Proprio a questi giovani che guardano con rinnovato interesse all’imprenditoria agricola particolare attenzione è stata riservata dal PSR, Piano di Sviluppo Rurale, del Molise 2014/2020″.

Il presidente Tommaso Giagnacovo, il direttore, Roberto Scano, di Coldiretti Molise insieme all’assessore regionale all’Agricoltura, Vittorino Facciolla, e a Pierluigi Milone, nel corso dello specifico focus, hanno illustrato l’ambizione e lo stimolo, inserito nel nuovo PSR, a rivoluzionare il sistema agricolo, ad aggiornare l’attuale agrimarketing e innovare le economie rurali della Regione. Una rivoluzione, quella auspicata, mirata a valorizzare gli elementi caratteristici e di forza della regione e ad attenuarne i punti di debolezza e le criticità, che poggi su una nuova dignità d’impresa, sulla capacità di attuare azioni collettive e di sistema, su servizi più efficaci ed efficienti e su un ruolo attivo delle istituzioni pubbliche. Secondo Coldiretti Molise va infatti “avviata una nuova partnership pubblico-privata, che sappia traghettare la regione verso un nuovo modello sostenibile di crescita e di sviluppo, che consenta una maggiore vivibilità delle aree rurali, una maggiore redditività dei sistemi economici agroalimentari e una maggiore tutela delle risorse ambientali. In questo, centrale è il ruolo dell’agricoltura multifunzionale e di nuove reti territoriali, in cui ricreare i legami di cooperazione tra operatori agricoli ed istituzioni, necessari alla definizione di strategie comuni”.

Il segretario Nazionale di Giovani Impresa Coldiretti, Carmelo Troccoli, ha presenziato la premiazione delle giovani imprese agricole molisane vincitrici del Concorso Regionale “Oscar Green – Italian Experience 2014”, e sono state presentate delle esperienze dirette di giovani che non hanno cercato il lavoro, ma lo hanno creato all’interno di aziende agricole molisane, che hanno portato non solo nuova economia, ma tutela del territorio e dell’ambiente, come solo l’agricoltura sa e può fare. A conclusione della manifestazione la degustazione di un vitello cotto intero su un mega-spiedo. E’ uno dei vitelli certificati ed allevati secondo il disciplinare delle ‘Carni del Tratturo’. Il Consorzio molisano che garantisce che gli animali con il proprio marchio sono nati, allevati e macellati in Molise e alimentati con prodotti tradizionali senza Ogm. La tracciabilità di queste carni è garantita attraverso la registrazione del Dna dell’animale prelevato da un pelo del vitellino alla nascita e che dà la possibilità di verificare l’autenticità di ogni porzione di carne anche dopo la macellazione.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close