Frattura e Petraroia muovono le risorse per i giovani. Fusco: “Dare a Cesare quel che è di Cesare”

Angela Fusco Perrella
Angela Fusco Perrella

In un anno in cui il trend della disoccupazione giovanile tocca livelli drammatici, in Molise sembra cominciare a muoversi qualcosa: il Governatore Frattura e l’Assessore Petraroia con una delibera approvata dalla giunta regionale danno il via libera a misure che favoriranno l’introduzione dei giovani nel mondo del lavoro. Un respiro di sollievo per tutti i disoccupati della regione: saranno assegnate delle risorse derivanti dalle riserve finanziare di Pit, Pisu e Pai. Qui comincia il braccio di ferro politico: contro la Giunta di Frattura inveisce la minoranza con a capo la Fusco Perrella, spalleggiata dall’ex presidente Michele Iorio e i consiglieri Nicola Cavaliere e Nicola Micone: “Dare a Cesare quel che è di Cesare” perché, secondo la Fusco Perrella, se oggi Frattura con Petraroia arrivano a stanziare delle risorse è solo grazie alla strada percorsa dalla Giunta Iorio.

La minoranza fa riferimento al pacchetto ‘Giovani’ con i loro 5.533.317,14 euro da tripartire così: 3 milioni di euro disponibili per il progetto ‘Giovani al lavoro 4º annualità’; 600 euro per i ‘Tirocini per i processi di internazionalizzazione’ e quasi 2 milioni di euro per il progetto ‘Dai credito ai giovani’ a dimostrazione che il lavoro per risorse mirate ai giovani è stato merito della scorsa legislatura.

Incalza la Fusco-Perrella:‘Finalmente dopo quattordici mesi di empasse, dopo la presentazione da parte nostra di numerosissime ed articolate interrogazioni, mozioni e ordine del giorno per sollecitare il Presidente a programmare azioni in favore dei giovani, sono stati messi in campo dall’attuale Governo regionale’. A chiusura l’opposizione sottolinea che non si aspettava un ‘grazie’ ma quanto meno ‘un atteggiamento politicamente corretto’.

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close