Gestione del campo comunale ‘Nicola Palladino’: il presidente Fidal incontra Frattura e Battista

Nell’ottica di una cooperazione proficua tra il Comune di Campobasso, la Regione Molise e la Fidal si è tenuto questa mattina, martedì 25 novembre, un incontro finalizzato a sottoscrivere l’accordo per una gestione trilaterale del campo comunale ‘Nicola Palladino’. Nell’intento di dare concretezza a tale ipotesi, il presidente della Fidal nazionale, Alfio Giomi si è recato nella sede del Consiglio Regionale, dove ha avuto modo di rappresentare il ventaglio di soluzioni possibili per salvare l’impianto e offrire agli agli sportivi continuità nella fruizione di una struttura, che ha costituito e costituisce il principale centro di aggregazione del capoluogo molisano.

Entusiasta della proposta il presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, ben consapevole degli utili risvolti che la promozione di tale attività potrebbe avere sia in ambito sociale, sia sotto il profilo del benessere psico-fisico degli atleti. Massima apertura ha dimostrato, anche, Carmelo Parpiglia, consigliere regionale con delega allo sport. Nonostante il delicato momento storico e la crisi che infierisce in ogni settore, Parpiglia ha infatti confermato l’impegno di dare seguito all’intesa. A presenziare all’incontro di oggi e a sedere al tavolo delle trattative, anche Matteo Iacovelli, Cinzia Calabrese e Oreste Palmiero, rispettivamente presidente, consigliere e segretario Fidal Molise, nonché Gianfranco Renzulli, responsabile dell’ufficio Impianti Sportivi.

A seguire nei locali del Comune di Campobasso il presidente Giomi ha incontrato Antonio Battista, sindaco della cittadina molisana, per illustrargli i termini dell’accordo. Il primo cittadino dal canto suo ha manifestato vivo interesse per il progetto, precisando dettagli relativi alla gestione dell’impianto e soffermandosi su ulteriori aspetti tecnici. Giomi prima di lasciare Campobasso ha poi voluto accedere alla struttura e, la pista stamattina, complice il bel tempo, è sembrata ancor più bella.

Soddisfatti dei notevoli passi in avanti, fatti allo scopo di dare corpo a quella che in passato era stata solo una mera proposta, gli intervenuti si sono poi congedati dal presidente Fidal, in attesa che il tutto possa concretizzarsi in tempi brevi, consentendo così ai ‘malati di atletica’ e non, di continuare ad accedere alla pista e magari di coinvolgere un numero sempre crescente di giovani generazioni.

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close