Juniores Nazionale, Aniello porta in vantaggio il Campobasso, L’Aquila pareggia nel finale

La juniores nazionale del Campobasso che ha sfidato il Manfredonia (foto profilo facebook società)
La juniores nazionale del Campobasso

CAMPOBASSO – L’AQUILA 1-1

Campobasso: Vetta, Corbo, Aniello, Tucci, Minichetti, Progna, Carmosino, Antoniani (2′st Grosso), Perrella, De Gregorio(2 ‘st Schipani), Guglielmi (1′ st Di Lullo). A disp: Pescolla, Guerini, Antenucci, Tamilia, Donadone. All. Carmine Rienzo.

L’Aquila: Sbraga, Cittadoni, Musu (2′ st Perfetti), Ceccarini, Orban, Picarazzi, Coco (2′st Irti), Massimo, Berkane, Montemurro, Marinucci (2′ st Cifelli). A disp.: Arcangeli, Spada, Di Francesco, Colucci. All.: Capuani.

Reti: Aniello, Berkane.

Ammoniti: Berkane e Picarazzi (AQ).

Arbitro: Giacomo Monaco sezione di Termoli (Matteo Gentile e Gianni De Gregorio di Isernia).

Torna a fare punti la juniores nazionale del Campobasso, allenata da Carmine Rienzo. Al ‘Venditti’ di Gambatesa i lupetti hanno pareggiato contro L’Aquila, nel derby dei capoluoghi molisano e abruzzese. I rossoblù, dopo la sconfitta di Matelica, si sono immediatamente riscattati, salendo a quota sette punti in classifica, frutto di un successo, quattro pareggi e di un solo ko.

C’è rammarico per il pareggio, perché i lupetti avevano già pregustato i tre punti: gli abruzzesi, infatti, sono riusciti a pervenire al pareggio soltanto allo scadere. A portare in vantaggio il Campobasso ci ha pensato il classe ’96 Aniello, l’unico ‘rinforzo’ della prima squadra. Ha esordito, invece, tra i pali il ’97 Angelo Vetta, che ha preso il posto dei due portieri che, sinora, si erano alternati: Maggi e Nunziata.

“È stata una partita sostanzialmente giocata e controllata da noi – le affermazioni di Angelo Santoro, responsabile del settore giovanile rossoblù –. C’è il rammarico perché avevamo già assaporato il dolce gusto della vittoria ed è un vero peccato aver gettato al vento due punti. Va bene anche così, comunque, perché stiamo facendo ruotare un po’ tutti i calciatori a nostra disposizione. E non dimentichiamo che, a parte Aniello, noi giochiamo senza ’96 e la differenza d’età, rispetto alle altre squadre, si sente. Guardiamo già avanti e da domani iniziamo a pensare al match in casa dell’Amiternina, in programma mercoledì 29 ottobre”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close