Sport

Lupi, è notte fonda sulla squadra di Masecchia: la Vis Pesaro passa al ‘Nuovo Romagnoli’. L’Agnonese supera i Nerostellati

L'ingresso in campo di Campobasso - Vis Pesaro
L’ingresso in campo di Campobasso – Vis Pesaro

CAMPOBASSO – VIS PESARO 1-2

Campobasso: Landi, Bisceglie (62′ Del Prete), Elefante (77′ Menna), Esposito Laura, Del Duca, Gomes, Ribeiro, Vecchione, Evacuo (62′ Kargbo), D’Agostino, Varsi (56′ Marzano). A disp. Riccio, Strianese, Gerardi, Bolzan, Fagnani. All. Giovanni Masecchia.

Vis Pesaro: Marfella, Rossoni, Carta (69′ Ridolfi), Cacioli, Paoli, Bellini, Olcese, Boccioletti (78′ Ficola), Radi, Bonocunto (78′ Lignani), Baldazzi (62′ Cruz). A disp. Cappuccini, Calzola, Bortoletti, Bartomioli, Rossi. All. Giancarlo Riolfo.

Reti: 4′ Olcese, 28′ Esposito Lauri, 73′ Cruz.

Ammoniti: Bonocunto, Bisceglie, Cacioli, Ribeiro, Olcese.

Espulso: al 53′ Esposito Lauri per doppia ammonizione.

Arbitro: Alessandro Di Graci della sezione di Como (Giorgio Ravera di Como e Massimiliano Bonomo di Milano).

Un'azione di Campobasso - Vis Pesaro (foto Maurizio Silla)
Un’azione di Campobasso – Vis Pesaro

WILLIAM COLASURDO

Il Campobasso lascia l’intera posta in palio alla Vis Pesaro. Masecchia manca ancora l’appuntamento col primo successo sulla panchina rossoblù e per i lupi, adesso, la situazione si fa difficile. Vantaggio marchigiano con Olcese ad avvio di partita, pareggio di Esposito Lauri, che lascia i lupi in dieci ad inizio secondo tempo, gol-vittoria del brasiliano Cruz per la vice-capolista Vis Pesaro.

Masecchia vara il 4-2-3-1 con Evacuo unico punto di riferimento in avanti.

Si vedono subito i lupi con D’Agostino, che, dopo due giri di lancette entra in area di rigore, e prova un diagonale. Il pallone si spegne sul fondo.

La Vis Pesaro passa in vantaggio al primo affondo. Olcese, al 4′, chiude una triangolazione con Bellini e, solo davanti a Landi, lo batte senza particolari problemi. Per i marchigiani la gara inizia in discesa.

Il Campobasso prova a reagire e al 14′ la punizione di D’Agostino, da posizione defilata sulla corsia mancina, è per la testa di Del Duca, il quale anticipa tutti, ma non inquadrando lo specchio della porta.

I marchigiani vanno ancora in gol al 20′: corner di Bonocunto, in area di rigore svetta Bellini, mentre Rossoni a pochi passi dalla riga di porta gonfia la rete. Per il direttore di gara, il comasco Alessandro Di Graci, è fuorigioco e, dunque, il vantaggio della Vis Pesaro resta d’un solo gol.

Corner di Ribeiro (24′) per la testa del ‘solito’ Del Duca, ma anche in questa circostanza la mira non è delle migliori. Sono le prove generali per il gol dei locali, che arriva al 28′ con Esposito Lauri. Bisceglia prova la conclusione, murata dalla retroguardia marchigiana, la palla arriva a Esposito Lauri, che non fallisce il calcio di rigore in movimento da distanza ravvicinata.

Il pareggio galvanizza il Campobasso, che al 33′ si vede con una occasionissima di D’Agostino, il quale tutto solo entra in area e calcia. L’estremo difensore Marfella esce a valanga e respinge col corpo.

I lupi vanno vicinissimi al sorpasso sul finire di frazione. Marfella, al 41′, nel tentativo di rinvio del pallone porta il pallone con le mani fuori area. Punizione dall’interno della lunetta: è la posizione di D’Agostino, la cui conclusione si infrange sulla parte bassa della trasversa. Il pallone rimbalza sulla linea di porta, prima dell’intervento di Marfella, che blocca la sfera.

La ripresa si apre con la Vis Pesaro in avanti con Bonocunto, che sulla destra vede solo Carta, il quale da buona posizione spedisce a lato. Al minuto 53 Esposito Lauri si becca il secondo cartellino giallo e lascia il Campobasso in inferiorità numerica.

I marchigiani riprendono in mano il pallino del gioco e al 57′ vanno vicini al raddoppio. Doppio intervento provvidenziale di Landi sulla conclusione di Bonocunto e sulla successiva ribattuta di Olcese. L’estremo difensore rossoblù si ripete al 63′, quando Ribeiro perde palla a centrocampo, il neo-entrato Cruz ne approfitta, entra nel rettangolo dei sedici metri e spara la sua conclusione, ribattuta dal numero uno molisano.

Gli sforzi della Vis Pesaro sono premiati al 73′: Bonocunto al contagiri dalla bandierina, Cruz svetta più in alto di tutti e trova il bersaglio grosso. I marchigiani tornano in vantaggio. Gli ospiti non rallentano la manovra e all’82’ Olcese lancia Cruz, che, in solitudine al centro dell’area di rigore e da ottima posizione, manca clamorosamente l’impatto col pallone, per la correzione in porta. Ancora la Vis all’88’ e sempre con l’onnipresente Cruz, il quale si ritrova ancora da solo davanti a Landi, il quale è bravo a chiudere lo specchio della porta, respingendo col corpo il tiro dell’attaccante brasiliano.

Si arriva, così, al 94′ col triplice fischio finale del direttore di gara lombardo. Cala il buio sul Campobasso, che non vince al ‘Nuovo Romagnoli’ dal 1° ottobre e, in generale, dal match di San Marino dello scorso 5 novembre, l’ultima partita di Foglia Manzillo. Per mister Masecchia un ruolino di due pareggi e tre sconfitte, che hanno aperto la crisi dei lupi. 

Il 2017 terminerà con la trasferta di Jesi: a prescindere da come andrà il match, sicuramente, non è un anno da ricordare per il calcio a Campobasso.

I risultati della 16^ e penultima giornata del girone F di serie D

Avezzano – Pineto 1-2

Campobasso – Vis Pesaro 1-2 (4′ Olcese, 28′ Esposito Lauri, 73′ Cruz)

Castelfidardo – Monticelli 1-2

Fabriano Cerreto – San Nicolò 2-1

Francavilla 1927 – Sangiustese 1-1

L’Aquila – Jesina 3-0

Olympia Agnonese – Nerostellati 2-0 (62′ Di Lollo, 77′ Litterio)

Recanatese – Vastese 1-1

San Marino – Matelica 0-2

La classifica: Matelica 41; Vis Pesaro 37; Vastese 34; Avezzano 29; L’Aquila e Pineto 25; Campobasso, Sangiustese e Francavilla 24; Castelfidardo 23; San Marino 21; Olympia Agnonese 18; Jesina 17; Virtus San Nicolò 17; Fabriano Cerreto 13; Recanatese 11; Monticelli 9; Nerostellati 4.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close