Sport

Il Campobasso perde ancora: sul campo del Porto Sant’Elpidio finisce 2-1. Cudini sotto accusa: “Non mi dimetto”

PORTO SANT’ELPIDIO – CAMPOBASSO 2-1

PORTO SANT’ELPIDIO (4-4-2): Giacchetta, Morazzini, Nicolosi, Manoni, Borgese, Monserrat, Fermani (58′ Mandolesi), Miccoli, Maio (85′ Marcantoni), Cuccù (66′ Ruzzier), Frinconi (71′ Gelsi). A disp. Faini, Malavolta, Tereziu, Mancini, Mazzieri All. Eddy Mengo.

CAMPOBASSO (4-3-1-2): Natale, Fabriani, Vanzan, Tenkorang (75′ Musetti), Cafiero (75′ Pistillo), Dalmazzi, Bontà, Pizzutelli (54′ Brenci), Giampaolo (67′ Njambè), Alessandro (85′ Energe), Candellori. A disp. Tano, Martino, Agostinelli, Zammarchi. All. Mirko Cudini.

Reti: 31′ Maio, 47′ Bontà, 61′ Cuccù (rig.).

Ammoniti: Fabriani, Pizzutelli, Giampaolo, Cafiero, Musetti, Borgese, Bontà.

Arbitro: Niccolò Turrini di Firenze (Francesco De Santis di Avezzano – Pierpalo Carella dell’Aquila).

Il Campobasso perde anche a Porto Sant’Elpidio e in casa lupi si apre ufficialmente la crisi. Terza sconfitta in sette incontri di campionato e vittoria che manca da tre turni con un solo punto conquistato. Nelle Marche i rossoblù vanno sotto alla mezz’ora, pareggiano con Bontà a inizio ripresa, prima di capitolare su calcio di rigore.

La posizione di Cudini si fa difficile, anche se l’allenatore del Campobasso dovrebbe continuare a mantenere la fiducia della società. Sui social, invece, già durante il match, i tifosi non hanno esitato a chiedere la ‘testa’ dell’ex trainer del Notaresco, quest’ultima squadra, a sorpresa, capolista del girone F di serie D insieme alla Recanatese.

Il Campobasso si vede al minuto 13 con Pizzutelli che serve Bontà, il quale prova il lob, palla a lato. Ancora lupi al 18′ con Alessandro, servito da Candellori, il cui tiro dai sedici metri termina fuori.

Natale al 19′ anticipa Mario in uscita, mentre al minuto 22 l’estremo difensore dei molisani ferma la velenosa conclusione di Cuccù. Grande l’intervento di Natale, che evita anche il calcio d’angolo.

Candellori sfiora il gol al 24′, lambendo il palo della porta locale; due giri di lancette più tardi Alessandro manda a lato d’un niente.

Il Porto Sant’Elpidio passa in vantaggio al 31′. Ripartenza veloce, difesa rossoblù distratta, Maio ne approfitta e, a tu per tu con Natale, non fallisce l’appuntamento con il gol.

La reazione del Campobasso è sui piedi di Alessandro, la cui botta dai venti metri impegna Giacchetta, il quale nel recupero salva ancora la porta marchigiana sul tiro di Alessandro.

La ripresa si apre col pareggio del Campobasso. Candellori va via sulla sinistra, serve Giampaolo, che allunga di testa per Bontà. Il destro dell’ex Sudtirol non lascia scampo al portiere locale.

Sull’altro fronte (57′), il diagonale di Cuccù sfiora il palo della porta molisana. Il Porto Sant’Elpidio passa nuovamente in vantaggio al 60′. Cafiero atterrà Cuccù: calcio di rigore. Dagli undici metri va lo stesso Cuccù, che batte Natale. E’ il gol che deciderà l’incontro.

Candellori (68′) prova il sinistro, blocca il portiere locale. Brenci (70′) manda di poco fuori dai trenta metri.

Mandolesi cerca il tris al 73′, ma viene fermato da Natale, mentre Brenci impegna Giacchetta al 78′.

L’ultimo assalto dei lupi si registra al 92′. Energe dalla bandierina, Njambè al centro dell’area corregge verso la porta, ma manda alto sulla traversa.

Il Campobasso perde ancora e contro il Montegiorgio sarà già partita della verità.

A fine gara, il trainer Cudini dichiara di non volersi dimettere, ma la società avrebbe messo già gli occhi addosso all’ex bandiera del Genoa, Vincenzo Torrente. Da calciatore, quindici anni (dal 1985 al 2000) e 412 gare con i Grifoni. Da allenatore ha guidato per sette anni le giovanili del Genoa, prima di intraprendere la carriera tra i ‘prof’ con Bari in serie B (due stagioni), Cremonese in B, Gubbio (dal 2009 al 2011 dall’ex C2 alla B), Salernitana in B e Vicenza in B.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close