Sport

Calcio a 5, la Chaminade Campobasso organizza stage per le formazioni giovanili. Staff tecnico guidato da Di Cuia

La Chaminade Campobasso è attiva su più fronti. Insieme al mercato della prima squadra con i primi colpi di mercato, in vista della stagione 2018/2019, la dirigenza è al lavoro anche per il settore giovanile. E, proprio in tale ottica, è in programma mercoledì 4 luglio 2018 alle ore 11,30, alla palestra ‘Sturzo’ di Campobasso, l’iniziativa ‘Il sogno di giocare per la tua città’, uno stage selection per allestire le squadre Under 19, Under 17 e Under 15 del club rossoblù.

Lo stage selettivo si terrà anche i successivi 11, 18 e 25 luglio, in tutti e tre i casi alle ore 16,30, sempre all’impianto sportivo ‘Sturzo’. Per tutte le informazioni è possibile contattare l’allenatore Massimiliano Di Cuia al recapito telefonico 3475322026.

Rinnovato anche lo staff tecnico per i settori giovanili. L’allenatore dell’Under 19 sarà Massimiliano Di Cuia, il vice Andrea Pietrunti. A guidare l’Under 17 ci sarà Andrea Tammaro, mentre sulla panchina dell’Under 15 siederà Nicola Gianfagna.

Andrea Pietrunti e Andrea Tammaro si occuperanno anche dei portieri delle tre formazioni giovanili della Chaminade Campobasso.

Massimiliano Di Cuia, 39 anni, allenatore di calcio a 5 e allenatore Uefa B di calcio, cambia veste, tornando ad allenare, dopo la parentesi da dirigente della Chaminade Campobasso. In passato, l’allenatore di Larino ha guidato la Kalena sia nel campionato di Prima categoria di calcio sia nel torneo di C1 di futsal. Di Cuia ha allenato il Larino C5, la Frentana Larino C5, la Turris di Santa Croce di Magliano nel campionato di Prima categoria. Esperienze anche sulla panchina del Montorio C5 femminile.

“La società – ha affermato mister Massimiliano Di Cuiaha scelto un progetto innovativo per il settore giovanile, anche sulla base delle indicazioni della Divisione Calcio a 5. La linea didattica sarà univoca dall’Under 15 fino alla prima squadra, perché l’obiettivo è la crescita dei ragazzi con lo sbocco naturale nella prima squadra nei campionati nazionali”.

“Ho scelto un gruppo di giovani e motivati allenatori – ha proseguito Di CuiaE sono convinto che insieme riusciremo a creare quel concetto di settore giovanile, che difficilmente riesce a realizzarsi nella nostra regione”.

“L’Under 19 offre l’opportunità di confrontarsi con realtà sportive importanti – ha concluso Di CuiaConcentrazione e applicazione non dovranno mai mancare con un giusto mix di complicità e stima tra ragazzi e staff tecnico, ma anche, e soprattutto, di divertimento. Siamo all’anno zero del settore giovanile della Chaminade, per questo motivo, sulla base delle prestazioni, tutti dovranno guadagnarsi la possibilità di ambire a disputare i campionati nazionali”.

“Di Cuia mi ha proposto di fungere da suo vice e di occuparmi di tutti i portieri del settore giovanile e non ci ho pensato nemmeno tre secondi – le parole di Andrea PietruntiNon posso più giocare per la rottura del crociato con l’intervento chirurgico previsto in settimana, così mi tufferò a capofitto in questa nuova avventura. Allenare i giovani è sempre stimolante, perché si dà una mano ai ragazzi di formarsi dal punto di vista tecnico e umano. Con Di Cuia ci siamo subito trovati con le idee, soprattutto quelle di crescita dei ragazzi, che diventano la priorità rispetto al risultato della singola partita. Non vedo l’ora di iniziare con gli stage. Sono orgoglioso di lavorare con la Chaminade Campobasso, che mi ha dato l’opportunità di rientrare nuovamente nel circus”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close