Città

Il Pilla fa storia: l’aula professori diventa la prima Bottega Italiana nata all’interno di una scuola

All'Istituto Agrario il taglio del nastro del nuovo punto vendita che pone a contatto diretto produttori e consumatori

Il Pilla di Campobasso continua a far parlare di sé. Dopo essere approdato sulle pagine autorevoli del quotidiano economico ‘Il Sole 24 Ore’, per la scuola del capoluogo un altro importante primato: aver aperto il primo punto vendita a marchio Campagna Amica – Coldiretti. Il taglio del nastro ieri sera, giovedì 14 giugno 2018, all’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente di viale Manzoni, nello spazio che, un tempo, ospitava l’aula professori e che ora è stato adibito a luogo ideale di incontro tra agricoltori e cittadini.

Caratteristica bottega che mira a valorizzare i punti di eccellenza della filiera corta e i prodotti a Km 0, ma anche un valore aggiunto per una scuola che custodisce e valorizza la biodiversità e che, da oggi, entra a far parte di una rete di oltre 10mila punti vendita radicati su tutto il territorio italiano.

Nel nuovo negozio di viale Manzoni, aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 14 e il giovedì pomeriggio dalle 17 alle 20, è possibile acquistare sia i prodotti dell’azienda della scuola come vino o miele, così come quelli del consorzio al quale alcune aziende agricole di proprietà di ex alunni dell’Istituto hanno dato vita.

Salumi, latticini, cerali, tartufi, funghi, sottoli, e tanto altro sono da oggi a disposizione nel punto vendita che prende il nome di ‘OrtAmami’. Una denominazione questa che, come hanno spiegato alcuni imprenditori ed ex allievi dell’Agrario, “rende bene l’idea dell’amore verso la nostra terra e verso un’agricoltura che rappresenta la nostra regione”.

Dello stesso pare anche Giovanni Ruggiero che, ha raccontato come dopo il diploma, conseguito quattro anni fa nella medesima scuola, abbia avuto modo di mettersi in proprio. “Sono partito da zero e oggi sono arrivato a commercializzare i miei prodotti”, ha detto con orgoglio. Lo stesso che trapela dalle parole della dirigente scolastica, Rossella Gianfagna, che ha voluto, invece, sottolineare la valenza altamente didattica del nuovo spazio capace di garantire un rapporto di vicinanza tra produttori e consumatori. “La scuola – ha spiegato – aveva da tempo un punto vendita, ma non eravamo strutturati, cosa questa che è stata possibile realizzare con l’adesione della scuola al franchising Coldiretti”.

Grandissima soddisfazione è stata espressa anche dal direttore generale Coldiretti Molise, Aniello Ascolese, dal quale è arrivato un plauso a tutto l’Istituto, alla dirigente e soprattutto “ai giovani che – ha detto Ascolese – si stanno impegnando riconoscendo nell’agricoltura un’opportunità di lavoro e un modo per valorizzare la loro terra”.

Dopo il taglio del nastro al quale ha preso parte anche il governatore, Donato Toma, un brindisi benaugurale e un percorso all’interno della scuola, al quale è stata affiancata un’ottima degustazione.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close