CittàComune

Scuole sicure: cinque milioni di euro per gli edifici di Campobasso. Al via i lavori per la costruzione di due nuove materne

Il sindaco Antonio Battista e l'assessore Pietro Maio
Il sindaco Antonio Battista e l’assessore Pietro Maio durante la conferenza stampa di questa mattina, giovedì 23 ottobre 2014

GIUSEPPE FORMATO

Il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, e l’assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Maio, hanno presentato questa mattina, giovedì 23 ottobre 2014, il programma ‘Scuole sicure’, grazie al quale ben cinque milioni di euro serviranno per mettere in sicurezza gli istituti scolastici cittadini.

“Ci teniamo che la città venga a conoscenza di questi interventi alle scuole – ha affermato il primo cittadino –, perché sono il commissario e, in quanto tale, ho il potere di attivare le procedure d’urgenza, che riducono i tempi per i bandi da 26 giorni alla metà. Io sono convinto che, per uscire dalla crisi, occorre attivare i canali di spesa. Proviamo, sempre nel rispetto delle regole, ad ammorbidire la crisi”.

“Saranno azioni mirate – le dichiarazioni, in conferenza stampa, dell’assessore Pietro Maioper accelerare la tempistica, senza però tralasciare un aspetto importante di questa amministrazione, ovvero la trasparenza, che dovrà contraddistinguere le gare per l’aggiudicazione dei lavori. In totale, tra i lavori che già sono iniziati e quelli che devono essere messi a bando, ci saranno a disposizione cinque milioni, per rimettere in sicurezza le scuole di Campobasso. Raggiungeremo due obiettivi: dare strutture sicure ai nostri ragazzi, docenti e personale impiegato nelle scuole e cominceremo a far girare l’economia. Non saranno i soli lavori in cantiere, perché dobbiamo capire lo stato dell’arte globale e aspettare l’assenso degli organi competenti”.

I lavori per la nuova scuola materna a Sant'Antonio dei Lazzari
I lavori per la nuova scuola materna a Sant’Antonio dei Lazzari

A prendere il via già da qualche tempo, sono stati in realtà i lavori per la nuova scuola materna di via Sant’Antonio dei Lazzari a Campobasso: un milione e duecentomila euro l’importo dell’opera. Una cifra che servirà alla realizzazione del nuovo polo scolastico capace di ospitare 250 bambini in dieci aule.

L’impresa esecutrice, che ha vinto la gara d’appalto, è la ditta ‘Zurlo’ di Ferrazzano che dovrebbe impiegare due anni per portare a termine l’edificazione del nuovo istituto. L’ultimazione dei lavori è, infatti, prevista per il 13 settembre del 2016. L’edificio sorgerà a pochissimi passi dalla scuola media ‘Colozza’. Dunque, nei pressi della caserma di Vigili del Fuoco e alle spalle del supermercato ‘Oasi’ sono iniziati giorni particolarmente intensi, durante i quali ai numerosi sopralluoghi ha fatto ben presto seguito l’arrivo delle ruspe.

Il progetto esecutivo della nuova scuola materna di via Sant’Antonio dei Lazzari è stato approvato con la delibera della Giunta comunale numero 18 del 20 febbraio 2013, durante la passata legislatura; mentre, il contratto d’appalto è stato sottoscritto in data 28 agosto 2014 con la nuova amministrazione. L’opera di fatto rientra nell’accordo di programma denominato “Scuole sicure nella città di Campobasso”, sottoscritto il 9 luglio 2012 tra la Regione Molise  con a capo il governatore Iorio e il Comune di Campobasso, con l’allora sindaco Di Bartolomeo. L’accordo stanziava per il capoluogo 3 milioni di euro, di risorse statali, per la costruzione di ben due edifici. Quella di Sant’Antonio dei Lazzari non sarà, infatti, l’unica scuola che dovrà sorgere ex novo. Insieme a questo intervento in cantiere c’è già la realizzazione di un’altra scuola materna, quella che dovrà essere relizzata tra via Crispi e via Berlinguer. Un edificio quest’ultimo pensato per poter ospitare 150 alunni. Anche in questo caso i lavori sono già stati appaltati alla ditta ‘Colanzi’ della provincia di Chieti per un importo contrattuale di 1.152.000 euro.

Oltre a tali interventi ce ne sono poi altri, già iniziati o che saranno appaltati nel volgere di qualche settimana: quelli per la messa in sicurezza delle scuole elementari di via Gramsci (48.170 euro), di contrada Mascione (55.330 euro), della ‘Enrico D’Ovidio’ (82.670 euro), delle materne di via Iezza (89.830 euro) e del Cep Nord (117.170 euro).

scuola materna 2Inoltre, in canitere anche i lavori per un importo di 476mila più 165mila euro arrivati grazie al ‘Decreto del Fare’, per opere riguardanti l’antincendio, l’illuminazione, la controsoffittatura, le uscite d’emergenza, la sostituzione di alcuni infissi e di parte del pavimento della scuola media ‘Enrico d’Ovidio’.

 “A dieci giorni dall’approvazione del bilancio preventivo – ha concluso il sindaco Antonio Battista – e con l’inserimento di questi lavori nel piano triennale delle opere pubbliche 2014 – 2016 siamo già pronti a fare iniziare la maggior parte degli interventi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close