Cronaca

Nel 2008 uccise a Bergamo la fidanzata originaria di Campobasso, a Torino un 36enne tunisino tenta di ammazzare anche l’attuale compagna

Safi Mohamed, tunisino di 36 anni, è stato arrestato a Torino per tentato omicidio, dopo aver cercato di sgozzare la compagna, una torinese di 44 anni. La donna, sfregiata al volto, è ora ricoverata in gravi condizioni in ospedale.
La 44enne aveva deciso di lasciare l’uomo dopo aver scoperto su internet che, nel 2008, aveva ucciso l’allora fidanzata 21enne, una ragazza originaria di Campobasso. Detenuto alle Vallette, stava usufruendo di un permesso lavoro.
Il tunisino, scesi dal tram, ha scaraventato la donna per terra, aggredendola con una bottiglia di vetro, prima di cercare di scappare. Alcuni passanti hanno avvisato la Polizia, che ha bloccato l’uomo in via Leini.
Il 36enne, il 9 giugno 2008, uccise Alessandra Mainolfi, pugnalandola al petto. Condannato per quell’omicidio a 12 anni di reclusione (il pm ne chiese quindici), usufruendo di un permesso lavoro, stava lavorando in un bistrot col rientro in carcere previsto alle 2.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close