Cronaca

Aule senza banchi al liceo ‘Galanti’ di Campobasso. Gli studenti: “Negato il diritto allo studio”

IMG-20140930-WA0057-1MARIA CRISTINA GIOVANNITTI

Che la scuola italiana sia bistrattata negli ultimi anni, non è cosa nuova. Che giovani studenti del Liceo ‘Giuseppe Maria Galanti’ di Campobasso al suono della campanella ricomincino il nuovo anno scolastico in aule dove, però, mancano i banchi è davvero il colmo.

Il caso della scuola di via Trieste è paradossale ma non nuovo in Italia, purtroppo: con l’ultima riforma scolastica al liceo di Campobasso è stato accorpato anche quello Musicale che occupa le due classi – prima e seconda – ed ovviamente alcune stanze nelle quali ci sono gli strumenti musicali. Questo, per forza di cose, significa limitare gli spazi.

Succede che, così com’è possibile leggere nella segnalazione fatta dai ragazzi e dalle foto scattate, alcune classi per mancanza di spazio sono state dirottate nelle aule di informatica.

A quanto pare le lezioni di lingua vengono svolte nei corridoi per mancanza di spazi adeguati; mancano le lavagne e al posto dei banchi, inesistenti nelle classi quarte, provvisoriamente sono state messe delle sedie con ribaltine, alcune delle quali rotte e, quindi, senza base di appoggio per scrivere.

Una scuola senza arredi alla quale, fin dal primo giorno la dirigente scolastica Anna Di Monaco sta cercando di trovare una soluzione che tarda ad arrivare. Si temporeggia, ma intanto a pagarne le spese sono i ragazzi che, a quasi un mese dalla riapertura della scuola, si trovano a subire questi disagi.

IMG-20140930-WA0047Aspettando l’incontro con il Prefetto di Campobasso – già rimandato qualche giorno fa ed ora in programma tra due settimane – si sollecita la Provincia: com’è possibile lasciare studenti, insegnanti, dirigente scolastico alla mercé di un disagio del genere senza trovare immediatamente una soluzione? Il liceo ‘Galanti’ chiede solo di consentire agli allievi di poter studiare dignitosamente.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close