Cronaca

Cosa è successo prima che l’auto volasse giù dal viadotto? Si indaga sulle cause dell’incidente che ha spento il sorriso di Luana

L'auto precipitata dal viadotto
L’auto precipitata dal viadotto

Sarà la Procura di Larino a dover far luce sull’incidente avvenuto ieri, martedì 18 luglio, in cui ha perso la vita la 25enne di Campobasso, Luana Spicciato.

La salma della ragazza si trova nell’obitorio del Cardarelli di Campobasso in attesa dell’autopsia. Solo dopo tale esame sul corpo della giovane sarà stabilito il giorno dei funerali.

Al momento, oltre al dolore che ha straziato i familiari e gli amici della ragazza, restano tanti interrogativi relativi alle cause del drammatico sinistro che non ha coinvolto altre vetture.

Dai primi rilievi sembrerebbe, infatti, che la vettura abbia prima invaso la carreggiata opposta per poi schiantarsi vicino al guardrail della corsia sulla quale l’auto viaggiava. A non reggere al violento impatto dell’auto, sarebbe stata la rete di protezione. Subito dopo il volo dell’utilitaria con a bordo la giovane: quasi venti metri prima che l’auto si schiantasse nuovamente al suolo, terminando la sua corsa sotto al viadotto, in mezzo alla vegetazione, un tratto dell’invaso al momento senz’acqua.

Un malore, una distrazione, una gomma forata, qualcosa da evitare sulla strada? Cosa ha scatenato il terribile incidente di ieri? Tutte domande a cui i familiari attendono ora delle risposte che comunque non serviranno a lenire il dolore e il vuoto lasciato dalla perdita di Luana, la 25enne di Campobasso che lavorava in Abruzzo come logopedista e che tutti ricordano come una ragazza dolce e riservata.

Luana, che aveva perso la mamma molti anni fa, deceduta durante i funerali del nonno della giovane, lascia la sorella e il papà. Un tragico destino quello che circa quindici anni fa aveva segnato la vita della famiglia del capoluogo e che ieri ha spento per sempre anche il bel  sorriso di Luana.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close