Cronaca

Il Molise nella morsa del gelo. Previsioni in peggioramento per domani

Non è stata una giornata facile quella di oggi, 3 gennaio 2019, in Molise. La ventesima regione si è svegliata sotto la neve. Maggiormente colpito l’Alto Molise, in modo particolare a Capracotta la coltre bianca ha raggiunto il metro di altezza.

Vento forte sulla costa, dove pure dal pomeriggio di oggi sono iniziati a scendere i primi fiocchi. Numerosi, a partire dalla notte scorsa, gli interventi effettuati dalle squadre dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale e dei distaccamenti di Termoli e Santa Croce di Magliano.

Sulla strada statale 16, nei pressi di Campomarino, fortissime raffiche di vento hanno sradicato un albero poi caduto sulla carreggiata, causando problemi alla circolazione veicolare.

Anche nel capoluogo di regione, imbiancato dalla prime ore della mattina e con temperature in picchiata, la circolazione è stata difficoltosa. L’insidia maggiore, soprattutto in queste ore è rappresentata dal ghiaccio.

Incessante il lavoro dei mezzi della Sea e quelli dei privati, impegnati a ripulire le principali arterie della città. Attivato anche un numero verde800993380 – al quale far riferimento per le urgenze

La situazione più critica si è, tuttavia, riscontrata sulle arterie extraurbane. Diversi sono stati, infatti, gli automobilisti soccorsi dai Vigili del Fuoco tra Vinchiaturo, Campodipietra, Trivento, Ripalimosani e Matrice.

Criticità, così come emerso dalla riunione del Centro Operativo per la Viabilità – COV – tenutasi questo pomeriggio in Prefettura, sono state riscontrate anche tra la strada che collega Monacilioni e Sant’Elia a Pianisi.

La situazione viaria che, viene costantemente monitorata dagli enti preposti, potrebbe tuttavia essere destinata a peggiorare nel corso della giornata di domani, quando le previsioni meteo parlano di abbondanti nevicate fino a quote collinari.

Dalle prime ore della mattina e per 24-30 ore consecutive, secondo gli esperti, la neve potrà infatti persistere fino a livello del mare.

Ecco perché la raccomandazione agli automobilisti è quella di “prestare attenzione ed usare la massima prudenza, evitando di mettersi in viaggio se non strettamente necessario e comunque di munirsi sempre di pneumatici da neve o catene”.

Intanto, resta valido il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate (compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali), sull’intero sistema viario della Provincia (escluso il tratto autostradale dell’A14), fino a quando non sarà cessata l’ondata di maltempo.

Un divieto quest’ultimo dal quale sono esclusi i mezzi che trasportano derrate alimentari deperibili; quelli già autorizzati dalla Prefettura e i veicoli adibiti al servizio pubblico per interventi di emergenza.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close