Cronaca

Pasquetta, vince la gita fuori porta al mare e al fiume. Gettonati pure gli itinerari culturali

I molisani non hanno rinunciato, lunedì 21 aprile, alla classica gita fuoriporta, per trascorrere in compagnia e in allegria la giornata di Pasquetta. Tanti i modi per festeggiare insieme il lunedì dell’Angelo e le condizioni meteorologiche sono state clementi in tutto il territorio regionale, nonostante alle prime luci dell’alba il tempo sembrasse volgere al peggio.

Da metà mattinata e sino al tramonto, quasi alle 20 grazie a una Pasqua arrivata nella seconda metà di aprile, c’è stata voglia di festeggiare. Sold out in ristoranti e agriturismi, soprattutto quelli dell’alto Molise e collocati a ridosso della costa con la Bifernina particolarmente trafficata durante tutto il giorno.

Tutto esaurito, comunque, anche nei luoghi dove si è soliti trascorrere la giornata all’insegna del picnic. Alle porte di Campobasso un fiume di persone, giovani e meno giovani, hanno invaso le aree attrezzate nei pressi del Biferno in località di Fossalto e Castropignano, ma anche a ridosso della Diga del Liscione.

La città di Termoli è stata letteralmente presa d’assalto, anche grazie a una temperatura gradevole, che ha consentito a più di qualcuno di trascorrere la giornata in spiaggia. Il centro termolese, in serata, ha rivisto il corso invaso di gente, per la gioia dei proprietari di bar e gelaterie.

Anche le case di campagna sono state prese d’assalto all’insegna della Pasquetta low cost, che ha comunque caratterizzato, per quasi tutti, l’intero ponte pasquale.

Gettonati pure gli itinerari culturali e tante le presenze ai Musei Sannitico e Pistilli di Campobasso, ma anche al ‘Paleolitico’ di Isernia.

Archiviata questa giornata all’insegna del mangiare bene, tanto e in compagnia, ora si attendono le gite fuori porta che caratterizzeranno le giornate di festa del 25 aprile e del 1° maggio.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!