Palazzo D’Aimmo, approvato ordine del giorno sulla tutela dell’ambiente e della salute nella piana di Venafro

La Giunta regionale e l'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Molise
La Giunta regionale e l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Molise

Approvato da Palazzo D’Aimmo, all’unanimità, un ordine del giorno sulla tutela dell’ambiente e della salute nella piana di Venafro.

Il provvedimento impegna il Presidente della Giunta regionale, unitamente all’intero eecutivo, “a porre in essere un idoneo Piano di Azione nel quale prevedere gli interventi da attuare a breve termine, al fine di monitorare il livello degli inquinamenti di cui all’art. 1, comma 2 e 3 (biossido di zolfo, biossido di azoto, benzene, monossido di carbonio, piombo, PM10, PM2.5. arsenico, cadmio, nichel, benzopirene e ozono) del decreto legislativo 155/2010, per verificare se tali agenti inquinanti superino le soglie di allarme previste dalle stesse norme”.

Con l’OdG votato, il Consiglio regionale conferisce anche “al Prefetto di Isernia il coordinamento del Piano di Azione”, consentendo, in ogni caso, “all’ARPA Molise, anche attraverso specifici trasferimenti di risorse finanziarie, di effettuare con costanza i monitoraggi sopra richiamati e quant’altro a tutela della salute pubblica, al fine di tranquillizzare la popolazione della piana di Venafro cha da anni vive in una situazione di forte disagio”.

Inoltre, dopo l’illustrazione dell’ordine del giorno del relatore, Angela Fusco Perrella, e l’intervento del Presidente della Terza Commissione, Salvatore Ciocca, l’assemblea legislativa regionale ha approvato a maggioranza (con l’astensione del Consigliere Scarabeo) la “riclassificazione di una zona del vigente Piano regolatore generale in località “Calandrelle”, della borgata Sebbioni, del Comune di Spinete”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close