Impiantistica sportiva, pubblicato bando da 10 milioni. Frattura: “Puntiamo a poli integrati”

Il presidente Frattura e l'assessore Nagni
Il presidente Frattura e l’assessore Nagni

Sport, scuola e turismo: è stato pubblicato oggi il bando finanziato con le risorse del Patto per il Molise. A disposizione ci sono 10 milioni di euro a valere sul Fondo sviluppo e coesione 2014-2020.

“Con questo intervento – evidenziano il governatore Frattura, l’assessore Nagni e il consigliere regionale Parpigliasport e discipline motorio-ricreative si fanno elemento di attrazione per il nostro Molise. Nello sport troviamo i valori combinati che favoriscono lo sviluppo congiunto di una serie di attività che vanno dalle politiche socio-sanitarie, a quelle educative, formative, culturali e ambientali, comprese quelle di interesse turistico”.

Per Frattura “grazie all’importante stanziamento che abbiamo assicurato nel Patto per il Molise, qualifichiamo l’offerta dell’impiantistica sportiva molisana. L’obiettivo è rendere le strutture che verranno realizzate, soprattutto in termini di completamento delle opere mai entrate in funzione, punti di riferimento per il mondo dello sport e del turismo, della scuola e per altri fruitori, gruppi sportivi e persone affette da disabilità. Come per gli edifici scolastici, anche qui la logica prioritaria mira a creare poli integrati intercomunali”.

“In questa maniera – aggiungono Nagni e Parpiglia –, favoriamo processi di condivisione e partecipazione, condizioni fondamentali per vivere bene nei nostri comuni”.

Sono previste due tipologie di interventi: i complessi sportivi multifunzionali (8 milioni di euro la dotazione complessiva, di cui 5,6 mln destinati alla Provincia di Campobasso e 2,4 mln alla Provincia di Isernia) e gli impianti sportivi (il finanziamento ammonta a 2 milioni di euro: 1,4 mln per la Provincia di Campobasso e 600 mila euro per quella di Isernia).

Per i complessi sportivi multifunzionali l’importo massimo del finanziamento pubblico per singola iniziativa è di 600 mila euro, per gli impianti sportivi non potrà superare gli 80 mila.

“Saranno premiati i progetti che valorizzeranno il contesto in cui si inseriscono, l’integrazione con interventi nell’ambito del turismo, le politiche sanitarie, educative, formative, culturali e ambientali”, precisano il presidente Frattura, l’assessore Nagni e il consigliere Parpiglia.

Saranno finanziati gli interventi finalizzati a:

– realizzazione di nuovi impianti sportivi e/o complessi sportivi multifunzionali;

– messa a norma e/o abbattimento delle barriere architettoniche in impianti esistenti;

– riconversione, completamento, recupero, ristrutturazione, messa in sicurezza, riqualificazione, ammodernamento e ampliamento di impianti esistenti;

– adeguamento tecnologico e di contenimento dei consumi energetici;

– manutenzione straordinaria di impianti esistenti;

– adeguamento ai fini della certificazione dell’idoneità dell’impianto allo svolgimento dell’attività sportiva;

– infrastrutture informatiche e telematiche innovative a supporto;

– acquisto di attrezzature sportive.

Il completamento di impianti già realizzati ma non funzionati costituirà elemento di priorità ai fini della valutazione del progetto.

Il bando è rivolto ai Comuni, in forma singola associata, alle Unioni di Comuni, ai Comuni nell’ambito delle Aree interne e/o Aree urbane e alle Province. Ciascun ente locale potrà candidare un unico intervento. Entro 60 giorni, da oggi, martedì 6 giugno, la presentazione delle candidature.

L’avviso pubblico è consultabile sul sito ufficiale della Regione Molise (www.regione.molise.it) alla sezione Avvisi Bandi Selezione e sull’edizione straordinaria dell’ultimo Bollettino ufficiale.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close