Guerra PD, Libertucci chiede il commissariamento del partito in Molise

Pino Libertucci
Pino Libertucci

“Leggiamo di comunicati stampa firmati dal segretario Pd in aperta contraddizione con gli impegni assunti dall’assemblea regionale dello scorso 29 maggio”. Con queste parole esordisce Giuseppe Libertucci, consigliere comunale e membro dell’assemblea regionale PD.

“Resta – prosegue Libertucci – da parte di tutti gli iscritti al partito e degli elettori del centro sinistra la voglia e l’esigenza di scegliere, attraverso lo strumento delle primarie, il candidato a cui affidare la nostra meravigliosa terra. L’assemblea nel rigettare la richiesta di indire immediatamente le primarie ha deliberato tuttavia di indirle al termine di un percorso di ascolto e coinvolgimento della base che ancora non avviene”

“Parteciperemo – anticipa poi l’esponente di Palazzo San Giorgio – alla conferenza programmatica analizzando con grande lealtà il programma dell’attuale governo regionale e non faremo mancare idee e stimoli per costruire quello del futuro. Tuttavia, il grave ritardo nella convocazione della conferenza e le fughe autoritarie dell’attuale segreteria regionale mi spingerà a chiedere agli organi nazionali del PD il commissariamento del partito nel Molise”.

“A conclusione della fase prevista dall’assemblea l’unico vero strumento che ci porti alla definizione del programma, della coalizione e del candidato presidente delle regionali nel modo più trasparente possibile ed in grado di coinvolgere l’intero centro sinistra – conclude Libertucci – sono le primarie di coalizione”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close