L’analisi del mercato azionario a cura di Pasquale Ferraro

I TITOLI MIGLIORI E PEGGIORI DELL’ANNO

MIGLIORI PER PERFORMANCE:

1)     MONDO TV: +261.3% (è un Gruppo costituito da 9 società ed è leader in Italia e tra i principali operatori europei nel settore della produzione e commercializzazione di serie televisive e lungometraggi animati destinati al mercato televisivo e cinematografico ed attivo nei settori correlati)

2)     AEFFE: +258.1%  (Il Gruppo Aeffe opera a livello internazionale nel settore della moda e del lusso)

3)     BASTOGI: +213.50% ( è una holding di partecipazioni che opera in tre settori: Servi per l’arte; attività alberghiera ed eventi)

4)     BIALETTI INDUSTRIE: +166.3% (Opera nella produzione e commercializzazione di prodotti rivolti al mondo della casa, nel mercato degli strumenti da cottura e degli accessori da cucina, dei piccoli elettrodomestici per cottura di alimenti e dei prodotti correlati alla preparazione del caffè).

5)     BE:+86.8% ( è uno degli operatori rilevanti nel mercato del Business Consulting, dell’Information Technology e del Business Process Outsourcing).

PEGGIORI PER PERFORMANCE:

1)     AEDES: -71.6% (Fondata a Genova nel 1905 e quotata in Borsa dal 1924, Aedes è tra le primarie società italiane operanti nel settore real estate)

2)     BANCA CARIGE: -62.8% ( è a capo di uno dei principali gruppi bancari, finanziari, assicurativi e previdenziali italiani che conta circa 1100 punti vendita diffusi su tutto il territorio nazionale e oltre 2 milioni di clienti).

3)     SACOM: -61.7% (è una realtà italiana attiva nella green biotechnology, legata alla produzione di microrganismi per uso vegetale anche mediante l’associazione degli stessi a fertilizzanti di varia natura)

4)     SAFE BAG: -58.6% (società leader in Europa nel servizio di protezione bagagli negli aeroporti).

5)     INNOVATEC: -56.2% (attiva tramite anche sue controllate nei settori delle energie rinnovabili ed efficienza energetica).

IL TITOLO MIGLIORE E PEGGIORE DELLA SETTIMANA

IL MIGLIORE:

Il titolo BASTOGI ha chiuso la seduta settimanale facendo registrare la migliore performance sul listino milanese; guadagnando così il 19.5%. Grazie a questo rally, le quotazioni hanno guadagnato ulteriormente, +231.50%  dall’inizio dell’anno. Il prezzo max degli ultimi due anni è 4,0 euro, quello minimo 0,749 euro. Non ci sono notizie ufficiali che giustifichino questo andamento del titolo che più volte ha fatto registrare ottime performance.

SAIPEMIL PEGGIORE:

Il titolo SAIPEM ha ceduto il 19.10% sul listino di Piazza Affari, aumentando così la sua flessione dall’inizio dell’anno del 38.74%. Il prezzo max degli ultimi due anni è 32,420 euro, quello minimo (fatto registrare venerdì) è 9,235 euro. Morgan Stanley ha abbassato sul titolo il prezzo obiettivo a 12 euro da 16,5 euro, confermando la raccomandazione a equal-weight. Inoltre c’è molta incertezza per Saipem  per la possibile cessione del 43% che Eni detiene nel gruppo e per la vicenda di “South Stream” (progetto chiuso definitivamente).

I TITOLI DI PIAZZA AFFARI AI MINI

I titoli di Piazza Affari che nella seduta di ieri (6 Dicembre) hanno fatto registrare nuovi minimi (ultimi 2 anni):

Acotel: 11,80 euro, -38.60% dall’inizio dell’anno

Industria e Inn.: 0,404 euro, -35.50% dall’inizio dell’anno

Saipem: 9,235 euro, -38.75% dall’inizio dell’anno

Tenaris: 12,77 euro, -19.25% dall’inizio dell’anno.

lente ingrandimentoModelleria Brambilla: esordio col turbo.

Debutto in netto rialzo sull’Aim Italia per Modelleria Brambilla  che ha guadagnato il 26% a 3,15 euro, rispetto ad un prezzo di collocamento di 2,5 euro, raggiungendo una capitalizzazione di 12 mln di euro. Modelleria Brambilla, con sede a Correggio (RE) e forte vocazione internazionale (80% del fatturato realizzato all’estero), è una delle realtà più importanti nel settore della componentistica di precisione per l’industria automobilistica. Fondata nel 1951 da Eugenio Brambilla e sviluppata a partire dagli Anni Sessanta dai figli Aldo e Giancarlo, la Società realizza e commercializza attrezzature per la produzione di teste cilindri, basamenti motore, scatole cambio, collettori e altri getti complessi per veicoli a motore commerciali e industriali. Le importanti risorse dedicate alla ricerca e all’innovazione tecnologica, unitamente allo studio del design e alla progettazione realizzata con il cliente, hanno consentito a Modelleria Brambilla di diventare partner di riferimento e fornitore strategico, tramite le fonderie, delle più importanti case automobilistiche a livello mondiale (BMW, Ferrari, Volkswagen, Ford, GM, Chrysler). La Società ha realizzato nel 2013 un valore della produzione pari a 12,7 milioni di euro, registrando un CAGR nel triennio 2011-13 pari al 18,4% sotto la Direzione Generale di Gabriele Bonfiglioli. Il numero dei dipendenti è pari a 57. L’EBITDA 2013 IAS 17 Adjusted è pari a 1,3 milioni di euro (EBITDA margin dell’11%), il CAGR 2011-13 è pari al 36,9%. Al 30 giugno 2014 il valore della produzione si attesta a 7,3 milioni di euro.

 

 

 

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close