L’analisi del mercato azionario a cura di Pasquale Ferraro

BBBiotechBB Biotech, biotecnologia, un settore in crescita

BB Biotech acquista partecipazioni in società attive nel settore biotech, caratterizzato da un’elevata crescita, ed è oggi uno dei maggiori investitori a livello mondiale con più di chf 2.8 miliardi di Assets under Management in questo comparto.La società è quotata sulle borse valori di Svizzera, Germania e Italia. La focalizzazione delle partecipazioni è incentrata sulle società biotech quotate in borsa specializzate nello sviluppo e nella commercializzazione di farmaci innovativi. Ai fini della selezione delle partecipazioni, BB Biotech fa affidamento sull’analisi fondamentale di medici e biologi molecolari di rinomata fama. Il Consiglio di Amministrazione vanta inoltre una pluriennale esperienza in campo sia industriale che scientifico. Il mese scorso la società ha reso noto che il settore biotech è stato comunque in grado di conseguire una crescita; il terzo trimestre 2014 è stato particolarmente favorevole per le grandi aziende biotech, mentre quelle a media e piccola capitalizzazione hanno evidenziato un andamento un po’ più incerto. Il Nasdaq Biotechnology Index ha proseguito il suo solido trend con una performance del 6.5% in usd. Il corso azionario di BB Biotech è cresciuto del 18.2% in chf e del 18.9% in eur. L’andamento costantemente positivo del portafoglio ha consentito a BB Biotech di archiviare un utile di chf 482.8 mln. Il portafoglio è stato integrato con due nuove partecipazioni mid cap. Per gli ultimi mesi dell’anno in corso sono attese promettenti autorizzazioni di prodotti dotati di un potenziale considerevole, (prossimo cda 23/01/2015).

Il 13 Agosto Equita Sim ha aumentato il target price di BB Biotech da 138.00 a 174.00 euro e confermato il giudizio “BUY”.  Puntano con decisione al rialzo le quotazioni che hanno fatto registrare nuovi massimi storici a 175.00 euro (11 Novembre). Il titolo ha chiuso la seduta a 174.40 euro (+1.5%, max della giornata 175 euro), guadagnando così dall’inizio dell’anno circa 50 punti percentuali. Negli ultimi due anni il titolo ha fatto registrare un aumento del 140% circa. Il numero medio giornaliero dei contratti è 169. Volatilità 25%. Ultimo dividendo, il 24/03/2014, 5.73 euro.

monrif groupUn titolo per il trading

Il minimo in area 0.28 euro fatto registrare durante la seduta (0.285), ha arrestato per il momento un ulteriore discesa del titolo (della holding finanziaria controllata dalla Famiglia Monti Riffeser) ma che potrebbe dar vita ad un importante rimbalzo. Infatti le speranze di una reazione sono ancorate al supporto posizionato a quota 0.285 euro. Fintanto che questo livello supporterà i prezzi si potrà ipotizzare una reazione con un primo target a 0.30 e successivamente in area 0.32 euro. La situazione tornerà negativa con discese decise sotto quota 0.28, che farà scattare il rischio di andare a vedere nuovi minimi. Il titolo è molto volatile (50%), adatto agli operatori, forti di cuore, disposti ad accettare un rischio elevato. Inoltre il 13 Novembre ci sarà il Cda della società del settore editoriale.

Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in acquisto in area 0.285 per l’obiettivo a 0.30 euro.

Per chi detiene attualmente il titolo: incrementare in area 0.285 euro, vendere sotto quota 0.28, per evitare un ulteriore discesa fino 0.26 euro.

(*Qualsiasi decisione d’investimento presa sulla base delle presenti informazioni è di esclusiva responsabilità dell’utente del sito. Tali informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all’investimento).

replyUn titolo per il trading

Torna sotto pressione il titolo Reply ( società di Consulenza, System Integration e Application Management.), penalizzato nelle ultime sedute dalla resistenza di 60 euro. La discesa sta riportando le quotazioni in area 54,70 euro, zona in cui si consiglia di intervenire in acquisto, con un primo target a 58 euro. Le prospettive di crescita verrebbero invece meno con discese sotto 54 euro, che riporterebbero il titolo a quota 49,50 euro.  Il 13 Novembre ci sarà il Cda della società, ciò potrebbe cambiare lo scenario.

Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in acquisto in area 54.70 per l’obiettivo a 58 euro e successivamente a 59,4 euro.

Per chi detiene attualmente il titolo: attendere, vendere sotto quota 54, per evitare un ulteriore discesa fino 49.50 euro.

(*Qualsiasi decisione d’investimento presa sulla base delle presenti informazioni è di esclusiva responsabilità dell’utente del sito. Tali informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all’investimento).

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close