News dal Molise

Salgono i contagi in Molise, occorre riorganizzare l’assistenza?

Contestata la scelta di Toma di identificare il Cardarelli come ospedale Covid

Salgono i contagi in Molise, occorre riorganizzare l’assistenza sanitaria? ll Gruppo Consiliare del Partito Democratico lo ritiene necessario e accusa il governo: ” […] ha avuto 5 mesi per poter organizzare una rete sanitaria in grado di fronteggiare la nuova ondata del virus perché, che ci sarebbe stata una nuova ondata Covid, era stato ampiamente previsto. ” Lo si legge in una nota stampa dei consiglieri PD.
Contestata anche la scelta di Toma di identificare il Cardarelli come ospedale Covid , senza escludere l’assistenza degli altri pazienti. Il presidente aveva dato indicazione di organizzare percorsi differenti fra i pazienti covid e quelli con altre patologie, come avviene oggi in molti ospedali italiani, ma alcuni ritengono che la scelta non sia stata adeguata all’attuale situazione di emergenza. I Consiglieri dichiarano che la promiscuità tra pazienti Covid e non potrebbe essere la causa di alcuni contagi avvenuti proprio tra le corsie dell’ospedale adriatico.
Recentemente si è necessario sospendere le sedute operatorie di routine per garantire personale sanitario alle terapie intensive dedicate ai pazienti Covid. In particolare scarseggiano gli anestesisti.
La situazione sembra fuori controllo anche in seguito alla notizia del cluster di Colletorto, Comune di Campobasso in cui il sindaco Mele ha disposto la chiusura di tutte le scuole, avviando contestualmente la sanificazione degli ambienti. Chiusi al pubblico anche gli uffici del comune. Nella nota stampa PD si legge inoltre che all’ospedale San Timoteo di Termoli, i pazienti positivi al Coronavirus vengano fatti stazionare in attesa che si liberino i posti letto al Cardarelli, questo aumento il rischio di contagio a livello locale.
Identificare il Cardarelli come ospedale esclusivamente Covid, è fra le proposte dei Consiglieri PD che prevedono di affidare gli altri pazienti ai due nosocomi di Termoli ed Isernia, questo permetterebbe di accogliere i pazienti con tutte le altre patologie, garantendo assistenza ed interventi chirurgici. Dal momento che i contagi sono in aumento, il gruppo PD propone di riorganizzare l’assistenza sanitaria territoriale. I consiglieri in precedenza  avevano proposto che l’ospedale ‘Vietri’ di Larino fosse scelto quale ospedale Covid, richiesta rimasta inascoltata.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

Close