Politica

Voto a Palazzo D’Aimmo, Micone riconfermato alla presidenza del Consiglio regionale. Calenda eletta vice-presidente

Salvatore Micone è stato riconfermato alla presidenza del Consiglio regionale. Sarà lui a sedere sullo scranno del presidente dell’Assise regionale per altri due anni e mezzo, ovvero fino alla scadenza del mandato Toma.

Questo pomeriggio il Consiglio, riuniuto in presenza nella sede di via IV Novembre, ha proceduto al rinnovo delle cariche degli organi consiliari.

La scelta di riconfermare Micone è stata indicata dal governatore Toma a inizio lavori ed è stata confermata dal voto in Aula.

15 i voti per Micone, 5 le schede bianche e una nulla. La votazione è avvenuta come sempre a scrutinio segreto.

Eletti anche i vice-presidenti Ufficio di Presidenza: con 13 voti per la maggioranza è la consigliera Filomena Calenda, per la minoranza il consigliere del M5S, Angelo Primiani.

Mentre consiglieri segretari, invece, sono stati eletti Armandino D’Egidio (8 voti) e Vittorino  Facciolla (7 voti).

Subito dopo il voto, un lungo vertice di maggioranza per la ricomposizione delle Commissioni, ma una volta in Aula si comprende che qualcosa nella maggioranza non è filato proprio dritto.

Viene, infatti, proposto di aumentare i componenti di maggioranza nella II Commissione che prima aveva l’ex governatore Iorio  nel ruolo di presidente.

L’idea che si tratti di una monovra per porre un freno proprio a Iorio non sembra poi così inopportuna, proprio perchè le stesse Commissioni per eleggere i nuovi presidenti vengono convocate subito dopo la fine del Consiglio. Il tutto tra le rimostranze delle minoranze che non ne capiscono il senso e la fretta.

Alla fine proprio la II Commissione non raggiungerà il numero legale per la rielezione del suo presidente.

Le altre saranno così composte:

I Commissione – Orientamento ed organizzazione amministrativa – 5 componenti– 5 componenti, 3 di  maggioranza e 2 di minoranza. Di Lucente (presidente), Cotugno (sostituito da Cefaratti), Pallante (sostituito da D’Egidio), Greco e Fanelli.

III Commissione – Assetto ed utilizzazione del territorio – 5 componenti– 3 di maggioranza e 2 di  minoranza. D’Egidio, Di Baggio, Romagnuolo (presidente), Fontana, De Chirico.

IV Commissione – Servizi sociali – 5 componenti, 3 di maggioranza e 2 di minoranza. Cefaratti (presidente), Calenda, Niro (sostituito da Di Lucente), Manzo e Primiani.

II Commissione – Sviluppo economico – 6 componenti– 5 componenti- 4 di maggioranza e 2 di  minoranza Iorio, Toma (sostituito da D’Egidio), Micone (Romagnuolo), Cavaliere (sostituito da Di Baggio), Nola e  Facciolla.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

Close