Sport

Bocce, Antonucci fa suo il ‘Città di Frosolone’: l’atleta laziale mette in riga i big Formicone, Nanni e D’Alessandro

In Molise il vice-presidente della Federbocce, Moreno Rosati: "Ottimo lavoro dei vertici molisani. A Campobasso un Consiglio Federale nazionale"

Va all’outsider Alfredo Antonucci, 32enne atleta del Circolo Bocciofilo Settignano di Atina, il 15° trofeo ‘Città di Frosolone’, manifestazione dedicata al compianto Lelio Pallante e organizzata dalla Bocciofila Frosolonese del presidente Pasquale Mangione.

L’atleta laziale si è imposto nella gara nazionale Élite A1-A, alla quale hanno partecipato i migliori giocatori italiani, che per due giorni hanno deliziato i tanti appassionati presenti alla kermesse: oltre duecento gli spettatori, sia martedì 24 sia mercoledì 25. La presenza dei campioni del Mondo, europei e italiani all’evento ha acceso i riflettori sulle bocce in Molise. Oltre duecento gli spettatori sia all’anteprima del 24 aprile sia alla gara ufficiale.

Antonucci ha messo in riga, nel girone eliminatorio, nelle semifinali e nella finalissima, gli azzurri Giuliano Di Nicola della Boville Marino (fresco campione d’Italia e secondo della classifica nazionale di Alto Livello), Alfonso Nanni della Boville Marino (terzo classificato), anch’egli vincitore da pochi giorni dello scudetto e numero tre della graduatoria nazionale e, infine, il leader della classifica nazionale, Gianluca Formicone della Caccialanza Milano, giunto al secondo posto finale, quest’ultimo riuscendo a rinforzare, però, la propria leadership.

È uscito di scena alle semifinali, sconfitto da Formicone, anche il pluri iridato, ex capitano della Nazionale ed ex ct azzurro Dante D’Alessandro, abruzzese in forza ai perugini dell’Aper Corciano, che si è dovuto ‘accontentare’ della quarta piazza finale.

Settanta gli atleti di categoria A1 e A iscritti alla competizione, alla quale ha presenziato il vice-presidente vicario della Federbocce, Moreno Rosati, che ha approfittato della due giorni molisana per incontrare il sindaco di Campobasso e presidente della Provincia, Antonio Battista. Dopo il summit di lavoro, durante le premiazioni, Rosati ha annunciato che la Federazione Italiana Bocce terrà un Consiglio Federale Nazionale a Campobasso con la volontà di richiedere come location, per l’importante evento, la Sala Consiliare di Palazzo San Giorgio. Per la prima volta, dunque, il capoluogo e il Molise saranno il motore propulsore da dove saranno prese le decisioni federali.

“Due giorni in Molise – ha affermato il dirigente federale ternano Moreno Rosatimi hanno permesso di avere conferma delle enormi potenzialità di un territorio bellissimo e, dal punto di vista sportivo, della grande mole del lavoro che sta portando avanti il presidente della FIB Molise, Angelo Spina. Un’opera di qualità per le bocce molisane. Il Molise ha diversi impianti importanti, che stanno ottenendo nuovamente la giusta dignità, grazie al lavoro sul territorio della squadra guidata da Spina. Tra le componenti che mi hanno colpito in questi giorni in Molise, la meticolosità dell’organizzazione degli eventi che vengono organizzati, come è successo durante la due giorni di Frosolone”.

“Il Molise vuole essere protagonista del cambiamento in atto nel movimento boccistico italiano – ha spiegato il numero uno delle bocce molisane, Angelo SpinaVogliamo essere parte integrante delle bocce tricolori e per noi è un onore ricevere così tante attenzioni da parte dei vertici della Federazione Italiana Bocce. Il movimento boccistico molisano è in costante ascesa – ha affermato il presidente Spina, che il 29 aprile festeggerà il primo anno al vertice delle bocce molisane – E il nostro intento è continuare a lavorare per essere parte integrante di un movimento che ha l’ambizioso obiettivo di entrare a far parte del circuito olimpico da Parigi 2024”.

“Non posso che ringraziare tutti quanti hanno onorato questa manifestazione – le parole del presidente della Bocciofila Frosolonese, Pasquale MangioneDa quindici anni portiamo nella nostra cittadina i migliori atleti d’Italia. Quest’anno Rosati e i diversi campioni del Mondo hanno arricchito il parterre e l’interesse per questo evento. Grazie allo sport abbiamo messo Frosolone al centro del Molise per due giorni con un interesse mediatico forte”.

15° Trofeo ‘Città di Frosolone’, 11° memorial ‘Lelio Pallante’, gara Individuale Nazionale ÉliteA1-A, organizzata dalla Bocciofila Frosolonese, 70 formazioni. La classifica finale: 1° Alfredo Antonucci (Settignano, FR); 2° Gianluca Formicone (Caccialanza Milano); 3° Alfonso Nanni (Boville Marino, RM); 4° Dante D’Alessandro (Aper Corciano, PG); 5° Alfonso Mauro (NCDA Capitino Isola Liri, FR); 6° Luigi Coppola (NCDA Capitino Isola Liri, FR); 7° Franco Colavecchia (Bocciodromo Comunale Campobasso); 8° Francesco Santoriello (Enrico Millo Baronissi, SA); 9° Tiziano Muchetti (Madonna delle Grazie Termoli, CB).  Direttore di gara: Cosimo Iuliano, arbitro nazionale del Comitato di Benevento. Assistente di gara: Lucio Fiorella, arbitro nazionale del Comitato di Campobasso. Arbitri di campo: Angelo Colitti e Gino Lanzillo. Commissari di campo dei gironi eliminatori: Paolo Vacca, Mario Perrella, Roberto Di Lallo, Franco Iengo, Clemente Di Bartolomeo, Eugenio Ricciardone.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close