Sport

‘Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce’ inizia con lo stage dell’Italbocce. Gli azzurri si allenano davanti a una folla entusiasta

L’Italbocce insieme al presidente FIB regionale Spina, al delegato provinciale Marracino e al giornalista Formato

Al via ieri, giovedì 29 novembre 2018, il lungo weekend internazionale col Molise ombelico del mondo delle bocce mondiali. Il Quadrangolare ‘Il Diavolo di Misteri gioca a bocce’ illuminerà il fine settimana campobassano in occasione dell’uscita bis dei Misteri per festeggiare i trecento anni dalla nascita di Paolo Saverio Di Zinno, lo scultore che ha lasciato in eredità alla città gli Ingegni per i quali si sta lavorando per ergerli a Patrimonio dell’Unesco.

Alla kermesse, in programma domani, sabato 1° dicembre, parteciperanno le nazionali italiana, sammarinese, svizzera e turca.

La nazionale italiana del ct Giuseppe Pallucca è arrivata a Campobasso nella serata di ieri, giovedì 29 novembre 2018, occasione per uno stage al Centro Tecnico Regionale del Molise al Bocciodromo Comunale del capoluogo.

Il ct azzurro Giuseppe Pallucca ha convocato il ‘principino’ Luca Viscusi della Caccialanza Milano, Federico Patregnani della Colbordolo Vallefoglia, Luca Santucci dell’Aper Corciano e la 19enne Flavia Morelli, reduce dal doppio titolo europeo di Sondrio. Il capo delegazione è il consigliere federale Fernando Rosati.

La nazionale sammarinese, guidata dal ct Marco Cesini, giocherà con Enrico Dall’Olmo, lo scorso giugno oro ai Giochi del Mediterraneo a Tarragona in Spagna, Giuseppe Frisoni, Jacopo Frisoni e Anna Maria Ciucci.

Il commissario tecnico svizzero, Remo Genni, ha convocato Sandro Scura, Aramis Gianinazzi, Luca Rodoni e la vice-campionessa europea Alice Bernaschina.

A guidare la Turchia l’allenatrice Didem Eliaçık, che avrà con sé Yakup Elinc, Huseyin Cakir, Huseyin Er e Gulhan Toklucu.

Alle 18 di oggi, venerdì 30, è in programma, da Piazza della Vittoria, la sfilata delle nazionali, alla quale prenderà parte anche il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, con la Polifonica Monforte che affiancherà il gruppo per mostrare le tradizioni campobassane. La comitiva sarà diretta al Municipio di Campobasso, dove si terrà l’accoglienza delle nazionali e la presentazione dell’evento.

“Invitiamo tutti i cittadini alla sfilata delle delegazioni nazionali e dei vertici della Federbocce – ha affermato il presidente della FIB Molise, Angelo Spina – che sarà guidata dalla Polifonica Monforte, che ringrazio per la disponibilità, gruppo folcloristico che ci guiderà nella tradizione campobassana. L’appuntamento è alle 17,45 in Piazza della Vittoria”.

“L’ingresso al Centro Tecnico Regionale, sia per il Quadrangolare che per il Trofeo Città di Campobasso, di via Insorti d’Ungheria è gratuito – ha proseguito Spina – Assisteremo a incontri di altissimo livello. In campo ci saranno diversi campioni mondiali, europei e italiani”.

Il Quadrangolare ‘Il Diavolo di Misteri gioca a bocce’ si terrà nel ristrutturato impianto di via Insorti d’Ungheria sabato 1° dicembre dalle 8,30 con la cerimonia inaugurale e si giocherà fino al pomeriggio con le finali e le premiazioni.

La kermesse internazionale proseguirà domenica 2 con il Trofeo ‘Città di Campobasso’, Individuale Internazionale, con 64 atleti di A1 e A al via. Giocheranno anche i nazionali impegnati al quadrangolare.

Durante la mattina di sabato 1° dicembre, nella Sala consiliare di Palazzo San Giorgio, si terrà il Consiglio Federale della Federazione Italiana Bocce e, per l’occasione, in città saranno presenti i vertici nazionali delle bocce guidati dal presidente Marco Giunio De Sanctis.

Nel capoluogo molisano anche il presidente della Confederazione Boccistica Internazionale e della Federazione turca, Mutlu Turkmen, e i numeri uno delle Federazioni svizzera e sammarinese, Claudio Knecht e Maurizio Mularoni.

Intanto, la kermesse ‘Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce’ ha già riscosso un grande successo mediatico a livello nazionale. L’edizione online della Gazzetta dello Sport del 28 novembre e quella cartacea del Corriere dello Sport del 29 hanno dato risalto alla manifestazione e agli Ingegni di Paolo Saverio Di Zinno. Primo risultato raggiunto: veicolare, attraverso lo sport e le bocce, i Misteri, la città di Campobasso e il territorio regionale.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close