CB e dintorniCronaca

Il lento declino del Molise: dai 310.400 residenti del 2016 ai 308.400 del 2017. Duemila molisani in meno, cresce il fenomeno migratorio dei giovani

Gli indicatori demografici dell'Istat segnano la percentuale più alta di spopolamento per la ventesima regione d'Italia

Duemila molisani in meno risiedono sul territorio. Dai 310.400 residenti del 2016 ai 308.400 del 2017. È questo lo specchio del Molise. Se la ventesima regione d’Italia rispecchia il trend negativo su scala nazionale (centomila residenti in meno), così come fotografato dall’Istat, il Molise registra il più alto tasso di decremento della popolazione con un non invidiabile meno 6,6 per mille.

Gli indicatori demografici condannano, dunque, il Molise a un inesorabile e lento declino, causato dalla diminuzione delle nascite e dall’incessante fenomeno migratorio.

È di 1.800 persone il saldo negativo tra nascite e morti, meno 1.200 è il negativo saldo migratorio.

Non tutti dati negativi per il Molise, perché la ventesima regione d’Italia fa registrare, nel 2017, un +3,8% in termini di nascite rispetto al 2016.

Il Molise compensa i dati negativi dello spopolamento col fenomeno immigratorio, pari a 8,5 immigrati presenti sul territorio ogni mille abitanti, a fronte di una media nazionale del 5,6%.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close