CittàComune

Cattedrale, in autunno la fine dei lavori sul tetto. Il Comune si farà carico dell’illuminazione e della pavimentazione antistante

Un momento molto atteso da tutti i cittadini campobassani, quello della ripresa dei lavori di ristrutturazione della chiesa Cattedrale, che questa mattina, in una conferenza stampa indetta dall‘arcivescovo Bregantini, è stato dettagliato alla presenza anche del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina.

Il 20 novembre 2018 venne riscontrato un avvallamento sul tetto della Chiesa Cartedrale SS.ma Trinità.

Subito, la Sovrintendenza di Campobasso, rappresentata in sede di conferenza stampa dalla dottoressa Dora Catalano, si attivò per la messa in sicurezza della chiesa stanziando un importo di 160000 euro.

I lavori più consistenti sono poi stati finanziati dalla Conferenza Episcopale Italiana con 527529 euro e porteranno alla rimozione del cassonetto e del vecchio tetto, alla sostituzione di 10 capriate dalle attuali in legno alle nuove in acciaio, alla realizzazione della nuova copertura, al consolidamento del cornicione, alla realizzazione di un nuovo impianto elettrico e termico.

Un ulteriore lotto di lavori funzionale, consiste, invece, nella realizzazione del nuovo cassettone e nella ritinteggiatura interna della Cattedrale.

Questo lotto sarà finanziato grazie ad un fondo straordinario messo a disposizione dalla Regione Molise, di 300000 euro. Il progetto, in questo caso, è al vaglio della Soprintendenza.

A questi due lotti di lavori si andrà poi ad aggiungere un terzo che consisterà nel consolidamento dell’abside, delle penitenzerie, nel restauro dei portoni, nella tinteggiatura della sacrestia.

Pur non azzardando tempi e date per la riapertura al culto della Cattedrale, Bregantini ritiene che per ottobre 2020, in autunno, dovrebbero essere portati a conclusione i lavori sul tetto e quelli per il ripristino delle capriate.

“Il Comune di Campobaaso, nella persona del sindaco Gravina, – ha tenuto a precisare in sede di conferenza stampa l’arcivescovo – sin dall’inizio del suo mandato si è fatto promotore a Roma, presso il ministero dei Beni Culturali, dell’urgenza e della necessità di portare a conclusione questi lavori di ristrutturazione per la nostra chiesa Cattedrale”.

“Come amministrazione comunale, – ha dichiarato il sindaco Gravina – abbiamo fatto il possibile per garantire, in modo celere, un sostengo importante e concertato con tutte le altre istituzioni coinvolte in quest’operazione tesa alla riconsegna ai cittadini campobassani di un luogo che condensa in sé un forte e strutturato contenuto non solo religioso e simbolico per la nostra città, ma anche un valore di appartenenza storico e culturale. Intanto, la città deve vivere questo momento di ripresa dei lavori in Cattedrale, come un segnale di positività e di ripartenza, assolutamente importante da evidenziare, perché è il frutto di una ragione collettiva e di un’azione comune, creatasi tra le varie istituzioni e tra istituzioni e cittadinanza.

Il Comune di Campobasso ha intenzione di farsi carico dell’illuminazione di tutta la facciata della Cattedrale ed effettueremo per l’occasione anche dei lavori di manutenzione e ripristino della pavimentazione antistante la chiesa che risulta ammalorata in diversi punti. È un gesto di profonda vicinanza che la città intera vuole consegnare alla sua chiesa madre.”

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close