Città

Commercio, scuole, lavori pubblici e ‘Notte di fine estate’: il primo bilancio della Giunta Battista. Il sindaco elenca quanto fatto nel primo mese di lavoro e i prossimi obiettivi: “Installeremo le telecamere in città per la sicurezza dei cittadini. La Tari non aumenterà”

La conferenza stampa di Antonio Battista e della Giunta comunale di Campobasso
La conferenza stampa di Antonio Battista e della Giunta comunale di Campobasso

GIUSEPPE FORMATO

Il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, ha incontrato la stampa per la prima conferenza, tesa a fare il punto della situazione, da quando è in carica la Giunta comunale. Sociale, servizi al cittadino e commercio sono i settori sui quali la squadra di governo ha già iniziato a lavorare e sui quali proseguirà la propria azione nelle prossime settimane.

“C’eravamo lasciati prima della visita di Papa Francesco – le affermazioni di Battista ai giornalisti presenti nell’aula consiliare di Palazzo San Giorgio – e non posso non esprimere la mia soddisfazione per la riuscita di una giornata, destinata a restare nella storia del nostro Molise e del capoluogo di regione. Lo stesso Santo Padre ha riconosciuto quanto fatto per la sua visita. Nel frattempo – ha proseguito Battista – ci sono stati tre consigli comunali: quello d’insediamento, durante il quale abbiamo provveduto anche ad alcune modifiche del regolamento comunale, come la norma che disciplina il numero legale; quello durante il quale si è parlato dell’area dell’ex Romagnoli, col voto compatto di un ordine del giorno sulla materia; e quello che ha visto l’approvazione del bilancio comunale”.

“Scuola, piano immigrazione, lavori pubblici e progetto Pippi sono stati i settori che ci hanno visti impegnati in questo mese – l’elenco di quanto fatto durante il primo mese dalla Giunta comunale –. Abbiamo partecipato anche alla programmazione degli indirizzi sui fondi europei, così come è in via di definizione il nuovo regolamento, semplice per snellire l’iter burocratico, della Tari, che sarà definitivo nei primi dieci giorni di settembre. Non ci saranno aumenti (secondo quanto, successivamente, affermato dall’assessore Massimo Sabusco, ndr) e si pagherà in tre rate: a settembre, ottobre e novembre, oltre agli eventuali conguagli. La cultura e il commercio saranno i settori sui quali ci dedicheremo a tempo pieno”.

In tal senso, rientrerà anche la ‘Notte Bianca’, che da quest’anno si chiamerà ‘Notte di fine estate’ e come hanno affermato, in coro, il sindaco Antonio Battista e l’assessore Salvatore Colagiovanni: “Stiamo lavorando a un progetto diverso rispetto a quello delle altre edizioni. Innanzitutto, sarà gestito dal Comune, senza collaborazioni esterne, perché abbiamo un duplice obiettivo da raggiungere con la ‘Notte di fine estate’: aiutare il commercio cittadino e preparare una serie di eventi culturali. Sicuramente lasceremo da parte gli eventi – come hanno concluso Battista e Colagiovanni – ‘taralluccio e vino’. Saranno momenti pieno di significato”.

In queste settimane sotto la lente d’ingrandimento della Giunta comunale ci sono state le scuole cittadine: “Sono già partiti una serie di lavori e altri sono in procinto di essere avviati – ha sentenziato Battista –. Abbiamo risolto il problema della scuola d’infanzia ‘Collodi’, che era stata collocata presso l’ex Liceo Scientifico, in una struttura non adatta a quel tipo di istituto. Trovata la soluzione per le classe quinte, trasferite a via Leopardi”.

“Ci stiamo attivando – ha proseguito sull’argomento l’assessore Pietro Maio – per risolvere i problemi delle scuole D’Ovidio (le elementari), Cep nord e via Jezza, strutture che saranno interessate, quanto prima, dai necessari lavori, i cui fondi, a dire la verità, erano stati già deliberati dalla precedente amministrazione, che in tema di edilizia scolastica non ha lavorato male. Sono iniziati i lavori anche alla zona industriale, all’altezza dell’ex pastificio Guacci, e anche in questo caso abbiamo accelerato i tempi per un progetto della precedente amministrazione”.

A Campobasso, con un accordo con i Vigili Urbani, saranno installate telecamere in punti strategici della città: “In via sperimentale, attraverso un tablet in collegamento con il comando della Polizia Municipale, sarà possibile rilevare le infrazioni, attraverso una fotografia. Questo sistema sarà utilizzato anche per evitare gli abusi edilizi e per segnalare tutto quello che a Campobasso non funziona. In particolare, grazie a un accordo con la Regione Molise e la Prefettura per un rendiconto di spesa di due milioni di euro, saranno installate telecamere agli ingressi del capoluogo, in modo da poter monitorare tutti coloro che entrano ed escono da Campobasso. Un’azione, se non per prevenire, quanto meno per eventuali indagini, in caso di episodi da perseguire a norma di legge in città. Telecamere saranno installate anche nei punti strategici della città, in questo caso per prevenire eventi criminosi”.

Battista ha concluso, elencando i settori ai quali si proverà a dare impulso sin da subito: “Verificheremo come il Comune incide sui centri per gli anziani, delibereremo la mobilità gratuita per i disabili, faremo in modo di fare iniziare il prima possibile le attività alla casa degli angeli che gestirà la Caritas, daremo slancio all’attività di farmacia comunale e riorganizzeremo i servizi cittadini. Ci siamo resi conto che, soprattutto, lo sportello delle carte d’identità in alcuni giorni va in tilt. Faremo il possibile per offrire un servizio migliore”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close