Città

Ex Romagnoli di Campobasso, ricominciati i lavori per la recinzione dell’area che tornerà ad essere un impianto sportivo

rete romagnoliCosì parlava a luglio il sindaco Antonio Battista durante il Flash Mob organizzato dai cittadini di Campobasso nell’area dell’ex stadio Romagnoli: “Dobbiamo ricollocare presto la recinzione. Abbiamo il bisogno urgente di individuare altre aree da destinare a campo polivante sia per il rugby sia per le altre discipline sportive”. Detto, fatto: dopo tre mesi da queste dichiarazioni, in queste ore sono in atto i lavori per la ricollocazione della recinzione su tutta l’area che riporta l’ex Romagnoli alla sua ‘vecchia’ natura, ovvero quella di impianto sportivo – seppur evidentemente fatiscente.

La questione dell’ex Romagnoli era nata all ’indomani della visita di Papa Francesco a Campobasso dove, per necessità, era stata dismessa la recinzione. Un dibattito sull’uso di questa area, nel cuore della città, con discussioni che hanno portato diverse ipotesi: chi ne ha immaginato un’area verde, chi si è opposto con fervore alla cementificazione, chi categoricamente ha detto ‘no’ al mega parcheggio, qualcuno avanzando l’idea che potesse essere adibito a spazio giochi, dove soprattutto i più piccoli potessero scorrazzare liberamente. Un’ipotesi però non troppo vicina alle speranze degli amanti del rugby, circa 550 persone tra bambini, adolescenti e adulti, che grazie alle società degli Hammers e al Cus Molise utilizzano la struttura per i loro allenamenti.

Ed invece, da oggi, saranno soddisfatti proprio rugbisti che vedono l’ex Romagnoli tornare a ‘rivestirsi’ da impianto sportivo.

rete

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close