Città

‘Il Molise in cucina tra miseria e nobiltà’: in un libro la cultura culinaria regionale. Un’opera tra tradizione e innovazione

IMG_6831È all’insegna della tradizione e dell’innovazione la due giorni che sabato 22 e domenica 23 novembre, si terrà nei locali della ex Gil di Campobasso, dove sarà presentato il nuovo volume ‘Il Molise in cucina tra miseria e nobiltà’, edito dalla Agr Editrice, già nota tipografia Arti Grafiche La Regione.

Oltre un anno di lavoro tra preparazione di ricette, realizzazione di fotografie, stesura di testi, impaginazione, coordinamento editoriale, coinvolgimento di partner commerciali e tanto altro, hanno appassionato Gianfranco Galati, amministratore delegato della Agr Editrice, Mariassunta Palazzo, Chef del noto ristorante ‘Miseria e Nobiltà’ di Campobasso, Antonello Manzo della Cartesio Associati e Massimo Mancini naturalista e attento conoscitore del territorio regionale. È alle tradizioni della cultura culinaria regionale “a km 0” che gli autori si sono ispirati per la redazione di un volume innovativo sia nei contenuti che nella veste grafica, ma ricco anche di storia e memoria di un passato gastronomico neanche troppo lontano.

flyerL’opera sarà presentata fuori dagli schemi e senza palcoscenico, una sorta di full immersion nel libro tra show cooking, percorsi sensoriali, appetizer, video e gigantografie di piatti, ricette e territorio, accompagnati e trasportati, tra le pagine del volume, dalla passione con la quale è stato redatto dagli stessi autori. L’Editore Gianfranco Galati ne presenterà gli aspetti tecnici, editoriali, di attenzione e rispetto per l’ambiente che, anche e soprattutto in questa occasione, si è voluto mantenere stampando il volume con certificazione Forest Stewardship Council (FSC). Lo Chef Mariassunta Palazzo intratterrà gli ospiti proponendo le sue ricette, la loro antica origine e la loro rinnovata presentazione. Antonello Manzo introdurrà e guiderà l’intero evento, coadiuvato dagli autori del percorso sensoriale, attraverso il quale sarà possibile percepire le intense sensazioni che alcuni alimenti base della dieta mediterranea, come olio, vino, latte, cereali e prodotti del sottobosco, potranno differentemente colpire il gusto, l’olfatto, la vista e il tatto dei presenti. Massimo Mancini introdurrà poi la visita con le altrettanto appassionate riflessioni sull’importanza della conservazione del territorio, dal quale hanno origine quei cibi che, quotidianamente, trasformati in gustose pietanze, transitano sulle tavole, fino ad alimentare l’organismo.

Il calendario degli eventi sul gusto e sulla tradizione gastronomica molisana continuerà nei mesi successivi fino a giugno 2015, al ristorante ‘Miseria e Nobiltà’, dove sarà possibile approfondire curiosità e trucchi sulla preparazione di alcune ricette, associandone e abbinandone i sapori e i saperi a una serie di interessanti combinazioni di vini regionali proposte dal sommelier Pasquale Palazzo.

IMG_6863Un invito, dunque, non solo a cedere alla tentazione di acquistare un’opera che mancava forse nelle cucine da troppo tempo, ma un’esortazione a prendere parte ad una due giorni di gusto tutto molisano.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close