CB e dintorniCittà

La clinica Villa Maria ringrazia undici dipendenti per i trenta anni di attività professionale. Sabelli: “Per risanare la sanità molisana occorre rimettere al centro la medicina”

Il medico Lillo Sabelli e il consigliere comunale Alessandro Pascale

Undici dipendenti della clinica Villa Maria hanno raggiunto, nel corso del 2018, i trenta anni di attività professionale. “Il 1988, infatti, fu un anno importante per Villa Maria – fanno sapere da Villa Maria –con un significativo numero di nuovo personale assunto. I dipendenti che lavorano con noi da trent’anni hanno raggiunto un fantastico traguardo di fidelizzazione”.

Villa Maria, così, ha riunito nella mattinata di venerdì 27 luglio 2018 i dipendenti e i collaboratori, per un momento di “riconoscenza ai propri dipendenti e a tutti quanti con senso di appartenenza, di dedizione e con abnegazione hanno permesso che la nostra struttura continui ad essere riconosciuta come punto di riferimento per i pazienti della nostra Regione e delle Regioni limitrofe”, nonostante, come hanno rimarcato i vertici di Villa Maria, “il momento di particolare difficoltà della Sanità in Molise, che inevitabilmente coinvolge pesantemente anche la nostra struttura”. Presenti al momento cerimoniale il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, e il consigliere comunale Alessandro Pascale. Assenti all’importante momento sia la Regione Molise sia la Asrem, così come ha evidenziato, nel corso della cerimoniale, l’amministratore unico Nicola Baranello.

L’amministratore Baranello e il sindaco Battista

Un momento emozionante per tutta la clinica, come ha sottolineato il medico Lillo Sabelli: “La clinica ha vissuto momenti belli e meno belli. Siamo stati in difficoltà per un po’ di tempo, ma ora siamo usciti dal tunnel”.

“Nell’ultimo periodo – ha proseguito il Primario di Anestesia siamo tornati ad avere i pazienti di Campobasso e del territorio molisano, così come il 33% arriva da fuori regione, per l’oculista, l’ortopedia, l’otorino. Stiamo risalendo la china, grazie alla continuità e la qualità. Tramite i nostri dipendenti e collaboratori abbiamo sempre avuto complimenti per l’approccio e la loro professionalità”.

“Per superare i problemi della sanità molisana – ha concluso Sabelli occorrerebbe far tornare al centro e protagonista la medicina. E non altro”.

 giusform

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close