Comune

Campobasso, centro storico e verde pubblico al centro delle attenzioni dell’amministrazione comunale: presentate le nuove mini-deleghe

Il sindaco Antonio Battista con i consiglieri comunali Francesco De Bernardo e Antonio Molinari
Il sindaco Antonio Battista con i consiglieri comunali Francesco De Bernardo e Antonio Molinari

GIUSEPPE FORMATO

Riqualificazione e rivalorizzazione del centro storico al consigliere comunale dell’Italia dei Valori, Francesco De Bernardo; gestione e manutenzione del verde pubblico all’esponente del Partito Democratico, Antonio Molinari. Il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, ha presentato alla stampa i progetti dei due nuovi consiglieri delegati.

“Facilitiamo il percorso politico – ha esordito il primo cittadino – con l’assegnazione delle mini-deleghe, perché allarghiamo e velocizziamo la fase decisoria. Assegneremo altre deleghe in quest’ottica di dedicarci ognuno a un settore particolare, in modo da poter lavorare tutti meglio e con maggiore concentrazione. Il centro storico va rilanciato, mentre col verde pubblico vogliamo migliorare la qualità della vita dei campobassani”.

“Innanzitutto ringrazio il sindaco per l’incarico che mi ha assegnato – le affermazioni di Antonio Molinari –. Preciso che per verde pubblico non si intendono soltanto i parchi e i giardini, ma anche il verde di pertinenza stradale e delle scuole. L’obiettivo è la tutela di tutto il verde cittadino, in modo che i residenti possono fruire di tutti gli spazi adibiti al verde pubblico. Collaboreremo con i comitati di quartiere, ma anche con le associazioni, le cooperative e gli enti pubblici, perché dovremo offrire pulizia e controllo. Il Comune di Campobasso, inoltre, aderisce alla normativa nazionale di piantare un albero per ogni bambino nato. Stiamo effettuando una ricognizione per piantare i fusti per ogni nato nel 2013 nel capoluogo molisano. Stiamo lavorando anche a una modifica del regolamento del verde pubblico e privato, in modo che il Comune potrà intervenire quando si verificano situazioni di degrado, senza dover ricorrere allo strumento dell’ordinanza sindacale. Stiamo anche provvedendo a effettuare un censimento degli alberi monumentali, perché a Campobasso ce ne sono tanti. Dopo questa ricognizione potremo applicare le sanzioni, laddove la legge 10 le prescrive, che arrivano fino a centomila euro”.

Un ultimo passaggio Molinari lo fa sull’area dell’ex stadio ‘Romagnoli’: “Il Consiglio comunale all’unanimità ha votato un ordine del giorno che boccia il concorso di idee della Regione Molise. L’ente di via Genova ha preso atto di questo e si atterrà alle nostre prescrizioni quando l’area, che comprende anche l’ex Roxy, sarà oggetto dei lavori di riqualificazione”.

“Vivo nel cuore del centro storico, in via Ziccardi – le dichiarazioni di Francesco De Bernardo (VIDEO)e questo incarico mi responsabilizza, perché conosco le problematiche dell’area. Aver avuto l’opportunità di dedicarmi al centro storico e all’area murattiana è stato importante per me, perché potrò farmi portavoce delle problematiche dei residenti. Sono già in tanti che si sono rivolti a me, appena dopo l’ufficializzazione dell’assegnazione dell’incarico. In primis, andremo a operare sulla pulizia delle strade e delle scalinate, sulla regolamentazione del traffico, sia all’interno del centro storico, che nelle aree immediatamente adiacenti, come Piazza Prefettura e via de’ Ferrari. Rafforzeremo, laddove sarà possibile, l’illuminazione, perché dobbiamo restituire la vivibilità al centro storico per coloro che ancora oggi riescono a resisterci. È un paese che ha problemi e usi differenti rispetto alla città. Al contempo, l’obiettivo sarà quello di dare l’opportunità turistica a coloro che vogliono visitare questo borgo bellissimo, come hanno constatato tutti coloro che hanno preso parte alle varie iniziative delle associazioni, che oltre a far visitare il centro storico di Campobasso, raccontano anche la storia della città, in una zona dove è nato il nostro capoluogo”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close