CittàComune

Lavoro e integrazione: a Campobasso i migranti si occupano della cura delle aree verdi

Presentato nella sala Mancini del Comune di Campobasso, il protocollo d’intesa tra due centri Sprar e l’amministrazione comunale per la tutela delle aree verdi, che vede coinvolti congiuntamente gli assessorati dell’Ambiente e quello delle Politiche sociali, rappresentati da Simone Cretella e Luca Praitano. A rappresentare i centri Sprar è intervenuto, invece, Salvatore Dall’Oglio (Assel).

“Il progetto partirà nella prossima settimana e prevederà la collaborazione tra la nostra amministrazione e due centri SPRAR, – ha dichiarato in apertura l’assessore all’ambiente Cretella – con loro impiegheremo 5 degli ospiti dei centri SPRAR interessati in un corso di formazione sul giardinaggio, svolto da personale specializzato, che permetterà loro, gradualmente, di acquisire una professionalità e a noi come amministrazione consentirà di utilizzare proficuamente la loro opera per la manutenzione delle aree verdi cittadine più bisognose, penso in primo luogo a villa de Capoa”.

La valenza sociale di questo progetto è stata poi sottolineata dall’assessore alle politiche sociali Luca Praitano: “Il progetto in questione è pensato non solo per includere ma anche e soprattutto per formare, – ha specificato Praitano – perché abbiamo intenzione di accompagnare i ragazzi che parteciperanno a questo progetto in un graduale percorso di professionalizzazione della materia, il giardinaggio, che si troveranno a svolgere. Rendiamo così un servizio concreto alla città, mirato e pensato per un tema importante come quello del verde cittadino, e al contempo proponiamo un’idea partecipativa di inclusione sociale”.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close