News dal Molise

Venafro, il museo Winterline amplia la sua esposizione: l’Italia pre 8 settembre e l’Orso Wojtek le novità

Sono iniziati i lavori al Museo Winterline per un ulteriore ampliamento del materiale esposto, sarà infatti realizzata una nuova sala che rappresenterà l’esercito italiano nella situazione pre 8 settembre e verrà anche realizzata una scena dedicata al famoso orso Polacco Wojtek.

“Lo scorso mese – sottolinea il presidente del Museo Winterline di Venafro, Luciano Buccicome segno di apprezzamento per il nostro impegno e la nostra serietà, abbiamo ricevuto una importante donazione,  da parte dell’Associazione Nazionale Vittime Marocchinate, comprendente, oltre a decine di oggetti, due importanti uniformi storiche con particolari rari, una del Regio Esercito e un’altra del Partito Nazionale Fascista. Rendere onore a questa donazione ci ha spinto a voler aggiungere, negli spazi a nostra disposizione, un angolo dedicato all’Italia pre 8 settembre, che verrà contestualizzato con il nostro Museo come momento precursore e scatenate dei fatti bellici. In questa occasione di ampliamento si è altresì deciso di creare una scena dedicata al famoso orso soldato Wojtek. La storia di Wojtek, orso adottato dall’esercito Polacco, è molto famosa e conosciuta nell’ambiente di noi appassionati della seconda guerra mondiale  e, recentemente, è stata anche richiamata alle cronache locali, grazie al lavoro del giornalista Lello Castaldi, proprio qui a Venafro, luogo dove si ha la conferma della sua presenza durante l’avanzata Polacca a Cassino. Questo orso veniva utilizzato per il trasporto di munizioni da parte dell’esercito Polacco lungo la linea Gustav ad Acquafondata e partiva proprio da Venafro”.

“L’idea di realizzare qualcosa dedicato a Wojtekprosegue Bucci – era da tempo nelle nostre intenzioni, i numerosi contatti con i veterani durante gli anni delle nostre ricerche e due viaggi in Polonia ,fatti dal sottoscritto, in cui ho potuto conoscere un diretto testimone, il Prof Wojciech Narebski, hanno stimolato la questa idea ma, l’oggettiva difficoltà di reperire una statua di orso, fino ad ora non si era realizzata. Un primo tributo lo abbiamo già realizzato in collaborazione con il Museo del Corpo Italiano di Liberazione a Scapoli dove è possibile vedere un angolo dedicato alla storia di Wojtek ma ora, dovendo creare nuovi allestimenti, e anche perché abbiamo potuto, finalmente, recuperare una statua di orso bruno realistica da poter esporre, si è deciso di fare qualcosa anche nel nostro Museo Winterline. Alla base del nostro Museo, realtà internazionalmente riconosciuta che opera ormai da decenni, infatti vi è, oltre alla originalità dei pezzi esposti, soprattutto la perfetta contestualizzazione storica, geografica e realistica di quanto esposto utile ad ogni visitatore per poter immedesimarsi e assorbire la storia che sta osservando”.

A presto, quindi, per osservare e apprezzare anche questi nuovi allestimenti, che arricchiranno ulteriormente l’offerta esplicativa e didattica del Museo Winterline Venafro, museo che, si ricorda, è costituito da oltre 40 manichini completamente vestiti ed equipaggiati con uniformi e attrezzature originali, una mole incredibile di oggetti, alcuni dei quali di rarità ed importanza elevate, ma anche documenti e attrezzature su oltre 300 metri quadri di esposizione.

Per organizzare una visita è sufficiente prenotarsi al sito www.winterlinevenafro.it

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close