Cronaca

Coltivavano piantine di marijuana in un terreno e a casa: in manette il 44enne L.F. di San Giacomo degli Schiavoni e il 36enne D.G. di Montorio

La conferenza stampa
La conferenza stampa

Due arresti e un ingente quantitativo di piantagioni di marijuana sequestrate: è il risultato di un’attività ‘info-investigativa’, come l’ha definita, durante la conferenza stampa, il Capitano Nicolino Petrocco, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri, che ha visto coinvolto il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Larino.

È stato un duro colpo quello inferto al mercato molisano degli stupefacenti “sempre più incentrato sulle droghe leggere”: in manette ieri, martedì 23 settembre 2014, colti in flagranza di reato, il 44enne L.F. e il 36enne D.G., residenti, rispettivamente, a San Giacomo degli Schiavoni e a Montorio nei Frentani.

Un vera e propria piantagione di marijuana è quella che è stata scoperta in un terreno, situato in contrada Frassineto, in località San Giacomo degli Schiavoni, sulla strada che collega il centro bassomolisano con Termoli.

Il materiale sequestrato
Il materiale sequestrato

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Campobasso, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli, hanno arrestato il proprietario del terreno, sul quale L.F. aveva coltivato 21 piante di cannabis con fusto variabile tra il metro e mezzo e i tre metri. Gli investigatori, inoltre, hanno trovato circa 30 chilogrammi di marijuana, pari alla metà di sostanza essiccata; 6 grammi di cocaina già divisa in otto dosi termosaldate; 34 grammi di marijuana già essiccata e triturata, pronta per il confezionamento, un barattolo con semi di cannabis e tre bilancini di precisione.

Il materiale, secondo una stima effettuata dagli investigatori, avrebbe prodotto circa 11.500 dosi di marijuana, che sul mercato della droga avrebbero fruttato almeno 130mila euro.

L.F., con un precedente sempre per droga, seppur datato nel tempo, è stato trasferito presso il carcere di Larino, a disposizione della Procura della Repubblica del centro frentano.

L’altro arresto (D.G. le iniziali) è avvenuto a Montorio nei Frentani, dove al termine di una perquisizione domiciliare dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Larino, è stato rinvenuto un quantitativo di marijuana, pari a 1,3 chilogrammi già essiccata e pronta per il confezionamento, sei piante di cannabis con fusto tra il metro e i due metri e mezzo, trenta semi di cannabis e un bilancino di precisione, oltre al materiale per il confezionamento. Avrebbe potuto fruttare sul mercato della droga una somma vicina ai quindicimila euro.

Per il 36enne D.G. arresti domiciliari nella sua residenza di Montorio nei Frentani, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

giusform

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close